Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, obiettivo “non fermarsi”. All’ora di pranzo arriva la Juve Stabia

Reggina, obiettivo “non fermarsi”. All’ora di pranzo arriva la Juve Stabia

La Reggina sa che se davvero vuole centrare l’obiettivo della salvezza diretta deve correre, provando anche a non curarsi di chi si trova davanti come nel caso della Juve Stabia che affronterà gli amaranto alle 12.30.

Nove punti in sei partite sono un cammino che, insieme alla restituzione dei quattro punti di penalizzazione, hanno ridato slancio a un’annata che sembrava segnata.

Al Granillo arriva la Juve Stabia che sta mantenendo i pronostici di inizio stagione, essendosi assestata tra le formazioni che lottano per l’accesso ai play off.

Pochi dubbi per Roberto Alberti o meglio probabilmente solo uno.   Aronica si o Aronica no? Dipenderà dalle condizioni del difensore.

Il fatto che i convocati siano solo diciotto e che l’ex  Napoli sia in lista autorizza un cauto ottimismo.

 Davanti a Belardi completeranno il pacchetto arretrato Di Lorenzo e Benedetti sulle corsie con Cirillo e uno dei due in ballottaggio al centro.

Zibert agirà davanti alla difesa, con Armellino e Maimone mezz’ali.   Masini e Gallozzi saranno gli esterni d’attacco, con Balistreri centravanti.

 Maiorano, Jefferson e Lepiller sono gli indisponibili tra i campani, ma l’attesa sarà principalmente per gli ex forse a caccia di rivincite come Contessa e Bombagi.

Non è un ex, ma è sicuramente un tifoso della Reggina Fabio Caserta che dovrà mettere davanti a quelle del cuore le ragioni del professionista.  Sta trovando poco spazio e difficilmente sarà in campo dal primo minuto.