Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, mai un mercato così vivo. Quel centrocampista però…

Reggina, mai un mercato così vivo. Quel centrocampista però…

di Michele Favano – Un mercato di ricostruzione più che di riparazione, in virtù dei tantissimi interventi apportati alla squadra, così come lo stesso Foti aveva promesso a fine dicembre. Promessa mantenuta, sono infatti otto gli innesti consegnati al tecnico Alberti per rivoluzionare un organico che, nell’arco dell’intero girone di andata, aveva mostrato debolezza ed inconsistenza. Si dirà che, insieme alla soddisfazione per la massiccia campagna di rafforzamento, si sarebbe potuto fare un altro piccolo sforzo per individuare quel centrocampista che tutti aspettavano. Vero, verissimo, la Reggina lo ha cercato, ma le condizioni in cui ha operato la società, non davano ampia possibilità di scelta e di intervento. Il campo ha già dato qualche riscontro sul primo blocco dei nuovi, la prestazione fornita da tutti contro il Lecce ha soddisfatto. Ovvio, bisognerà attendere il prosieguo della stagione per avere le idee più chiare. Il secondo responso lo attendiamo dagli ultimi arrivati. Magri è un giovane di belle speranze, Benedetti è calciatore conosciuto. Ad Alberti il compito, adesso, di ridisegnare la squadra dal punto di vista tattico e di individuare il blocco di calciatori che dovranno arrivare a compiere l’impresa. Ampia possibilità di scelta in difesa ed in attacco, vedremo se le chiavi del centrocampo verranno consegnate a Zibert o si insisterà su Mazzone. Alla Reggina serve continuità di risultati e qualche colpo esterno che manca ormai dalla seconda giornata di andata. E parallelamente a quello che sarà il lavoro della prima squadra sul campo numero uno del S. Agata, da guardare con particolare attenzione anche a quello che succederà dalla parte opposta dove, nutrito è il gruppo di calciatori ancora fuori rosa. Su Insigne la posizione è fin troppo chiara e la finestra di calciomercato ne ha dato ulteriori conferme, per il resto difficile pensare che il presidente Foti lasci passare questi mesi senza alcun intervento. Situazione da seguire con molta attenzione.