Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio – Reggina, impegno, volontà e cuore. Adesso gli acquisti e le vittorie

Calcio – Reggina, impegno, volontà e cuore. Adesso gli acquisti e le vittorie

di Michele Favano – Giovani e volenterosi, ma anche fragili ed inesperti. Gettando il cuore oltre l’ostacolo, qualche minuto prima che l’arbitro mettesse il fischietto in bocca, la Reggina ha acciuffato il pari contro la Paganese. Ma quanta fatica, troppa fatica. Doveva essere la giornata del sorpasso all’Aversa Normanna, necessario per abbandonare l’ultimo posto in classifica. E’ stata, invece, una serata di enorme sofferenza. Ai giovani puoi chiedere impegno, sacrificio, voglia di battersi, dagli stessi, però, è facile prevedere che, se colpiti a freddo, possono reagire in maniera sbagliata sotto l’aspetto psocologico. Questo quanto successo a Maimone e soci, sotto dopo tre minuti di gara e totalmente allo sbando per buona parte soprattutto del primo tempo. Poi le fiammate, quelle di Masini ed Insigne, utili ad esaltare le qualità dell’estremo difensore campano, ma anche a ridare coraggio e fiducia al giovane gruppo amaranto. Il gol è arrivato proprio sul finale, lo ha segnato il calciatore che, probabilmente, in questo momento, incarna a pieno spirito di sacrificio e senso di appartenenza, Gaetano Ungaro. Nel contesto dell’incontro, però, vanno evidenziati i limiti che da sempre contraddistinguono questa squadra. Enorme difficoltà nell’impostazione della manovra, poco movimento senza palla, scarsa profondità, nessuna verticalizzazione. Nulla può essere rimproverato ai ragazzi che mister Alberti ha deciso di mandare in campo. Danno tutto, spendono moltissimo in fatto di energie fisiche e nervose, ma come detto dallo stesso tecnico a fine gara, i giovani hanno bisogno di tempo e pazienza. Quel tempo, però, che la Reggina in questo momento non ha e non può avere. Perchè il ritardo in classifica è ancora notevole, perchè nonostante il terzo risultato utile consecutivo, si rimane sempre all’ultimo posto, perchè le dirette concorrenti non aspettano ed anche un pareggio oggi risulta come mezzo passo falso. Ed allora diventa urgente, oltre che necessario, consegnare al tecnico quelle pedine che da qualche settimana lo stesso reclama. Gente di qualità e di categoria da collocare in mezzo al campo e nel reparto avanzato. La società ci lavora da tempo, avendo incontrato fino ad oggi, però, grandissime difficoltà.

Leggi anche 

Reggina ancora avanti col cuore, Paganese ripresa al 92′. Servono rinforzi (1-1)

Reggina, per ora niente punto di penalizzazione per la fideiussione in ritardo. Ma…

Alberti: “Mi aspetto nuovi acquisti, ho parlato chiaro col presidente. Insigne…”

Aronica: “Salviamo questa squadra, sono a disposizione del mister”

Ungaro: “Dedico il gol a mia moglie che è in dolce attesa”