Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, al momento la rivoluzione della rosa riguarderebbe solo le uscite

Reggina, al momento la rivoluzione della rosa riguarderebbe solo le uscite

Rivoluzione in casa Reggina, ma in che termini? E’ stato lo stesso presidente Foti a parlare di interventi necessari per irrobustire un organico autore, sempre per bocca dello stesso massimo dirigente, di prestazioni indecorose. L’arrivo di Aldo Cerantola dovrebbe rappresentare il supporto necessario per individuare quegli elementi utili alla causa, non definito, però, ancora il numero di calciatori che dovranno essere messi a disposizione del tecnico Alberti. Tutto questo, mentre con il trascorrere dei giorni è sempre crescente quello dei possibili partenti e degli scontenti. Abbiamo già detto di Maita e Di Michele, si è abbondantemente parlato del centrocampista Dall’Oglio, gradirebbero altre destinazioni anche i vari Armellino, Insigne, Kovacsik, fuori dai piani tecnici Crescenzi e Masini. Altro che blocco delle uscite, così come aveva tuonato lo stesso Foti nel dopo gara contro il Benevento. Se a questo gruppone, si aggiunge poi l’interesse di più squadre verso Giuseppe Rizzo, questa si che sarebbe vera rivoluzione, ma in uscita. Dovessero essere confermati tutte queste partenze, particolarmente complicato sarebbe riuscire a compensarle con movimenti in entrata. La Reggina è ultima in classifica, con grave ritardo sulle dirette concorrenti e la certezza di dover subire ancora una nuova penalizzazione. Ne consegue l’assoluta esigenza di andare ad individuare e convincere giocatori adatti e pronti a calarsi nell’immediato in questa difficile realtà, non calciatori qualunque, ma di qualità e di esperienza. Impresa complicata allo stesso tempo necessaria ed urgente, tra poco più di una settimana si torna in campo.