Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, fra trattative di vendita e necessità di classifica

Reggina, fra trattative di vendita e necessità di classifica

di Michele Favano – Mentre la società ha avviato i primi contatti ed aperto ufficialmente una trattativa di vendita, da capire ancora termini e modalità, la squadra si è ritirata in quel di Paestum per l’ennesimo tentativo di rilancio. Nonostante fosse stato proprio Foti a dichiarare nel dopo Ischia che porte chiuse, ritiri e richiami stiano servendo praticamente a nulla, la società ha comunque deciso di riprovarci. Sono in venti i calciatori convocati da Tortelli per questa sfida che, lo ricordiamo, si giocherà domani pomeriggio alle 15 contro il Savoia. Squadra che fino ad oggi ha incontrato enormi difficoltà e nel suo percorso deve ancora conoscere la prima vittoria casalinga. Scongiuri a parte, è proprio Savoia l’ultimo tram sul quale provare ad aggrapparsi per alimentare speranze che si riducono sempre più con il trascorrere delle settimane. La Reggina si presenta al confronto reduce da una serie consecutiva di sconfitte e nella sua totalità a digiuno in trasferta dalla seconda di campionato contro la Paganese. Rimangono quelli gli unici punti conquistati lontano dal Granillo. Sullo schieramento, appare scontato l’ultimo modulo adottato in casa contro il Benevento, con le novità rappresentate dai rientri di Dall’Oglio, Rizzo e Di Lorenzo, nuovamente a disposizione dopo la squalifica. Come spesso accaduto in passato, nessuno scossone dopo le dimissioni di Cozza e l’arrivo di Tortelli. Riguardo la crescita sul piano tecnico-tattico sapevamo che i margini sarebbero stati minimi, si pensava, invece, a qualcosa in più su quello emotivo.