Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, a Ischia le novità nella posizione di Salandria e Insigne. E col Benevento?

Reggina, a Ischia le novità nella posizione di Salandria e Insigne. E col Benevento?

La settimana di allenamenti a porte chiuse non aiuterà a schiarire le idee su quelle che potranno essere le scelte di Tortelli e Padovano in vista della “mission impossible” contro il Benevento ed anzi alimentano spifferi su presunte incomprensioni tra i giocatori all’interno dello spogliatoio.

A Ischia la Reggina non ha cambiato troppo la sua filosofia rispetto alla gestione Cozza.

In senso strettamente statistico si è giocato 4-3-3, stando alla definizione dei giocatori.

La sostanziale novità tattica è stata determinata dalle posizioni di Salandrìa e Insigne e dal loro atteggiamento.

Spesso si è visto il centrocampista cosentino defilato sulla sinistra, non giocando quindi da mezz’ala.

Così come l’attaccante napoletano è partito come di consueto largo a destra, in modo da poter rientrare con il sinistro, ma pìù volte lo si  è visto rinculare per ripiegare sugli avversari sulla corsia.

Una scelta che ha dato quasi vita ad un 4-4-2 che, probabilmente, nelle idee di Tortelli potrebbe assicurare una migliore copertura del campo ad una squadra che, per bocca del proprio tecnico, ha bisogno di “praticità e semplicità”.

Come cambieranno le cose? Troppo presto per dirlo e le diverse assenze renderanno ancora più ardua la previsione.