Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio, a Melfi una Reggina più prudente. Fondamentale portare punti

Calcio, a Melfi una Reggina più prudente. Fondamentale portare punti

Ultima seduta questa mattina a Castrovillari, poi la partenza per Melfi dove, gli amaranto, giocheranno domani alle 17 contro la formazione guidata dal tecnico Bitetto. Sta per concludersi un’altra settimana complicata, le difficoltà in casa Reggina sono ormai all’ordine del giorno. Il pareggio interno con l’Aversa Normanna, la contestazione da parte dei tifosi, la decisione di allontanare la squadra dalla città, le esclusioni di Viola e Di Michele, il doppio deferimento. Un insieme di eventi che alimentano ulteriori preoccupazioni soprattutto tra la tifoseria, apparsa stanca e spazientita dopo l’ennesimo risultato negativo. Cozza ha il dovere di non mollare, lui ed i suoi calciatori. A Melfi la gara non si presenta affatto semplice, contro una squadra che non ha mai vinto, ma ha anche perso pochissimo, a dimostrazione comunque di un gruppo solido, magari con poca qualità, ma tanta consistenza. Non sarà una Reggina d’attacco, questo Cozza lo ha detto a caldo subito dopo il pareggio con l’Aversa e confermato nei suoi interventi in questi giorni. E’ il momento della prudenza, scivolare ancora sarebbe dannoso e deleterio. Possibile, quindi, un cambio tattico che, nonostante l’assenza di giocatori importanti, riporterebbe la Reggina alla prima idea, quella poi non praticata per mancanza di interpreti adatti. Difesa a tre con gli esterni di centrocampo più bassi e due punte da scegliere tra Insigne, Louzada e Masini. Un atteggiamento già visto a Castellamare di Stabia ed a gara in corso in più di una circostanza, a risultati alterni.