Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, perchè Di Michele è stato escluso?

Reggina, perchè Di Michele è stato escluso?

di Michele Favano – La Reggina non vince, non riesce più a farlo, le solite sbavature difensive, i soliti problemi in fase offensiva. Era atteso, molto atteso, il rientro di Di Michele, individuato come la possibile soluzione di gran parte dei problemi. Il suo ritorno in campo è arrivato in occasione dello “scontro diretto” con l’Aversa Normanna. Una brutta prestazione la sua e un gol divorato in maniera clamorosa. Due motivi ritenuti sufficienti per decidere la sua esclusione dalla lista dei convocati per il ritiro di Castrovillari. Insieme a lui anche Alessio Viola, entrambi messi fuori. Un paradosso soprattutto per una squadra che fatica ed anche parecchio a fare gol. Sarebbe bene, quindi, conoscerne le motivazioni, che si spera possano arrivare quanto prima, altrimenti il rischio è quello di creare confusione su confusione e portare tutti a fare qualsiasi tipo di considerazione. Attenzione, la cosa non ci sorprende affatto, negli ultimi anni di esclusioni eccellenti, ritiri punitivi, cambi tecnici ed interventi a gamba tesa della società sui giocatori, ne sono avvenuti con una frequenza impressionante, quindi nulla di nuovo. Semmai la riflessione va fatta sulla posizione riguardante l’ex capitano Davide Di Michele, riconosciuto ad inizio stagione come l’elemento chiave per la costruzione della squadra, l’uomo chioccia per la crescita dei tanti giovani, la persona su cui puntare per la rinascita ed al quale affidare nell’immediato futuro un ruolo tecnico in società. Possibile che sia bastata una sola partita per far crollare tutto? Cosa ha spinto la società a prendere questa delicata quanto inaspettata decisione? Riteniamo sia doveroso avere delle risposte, in modo particolare perchè l’escluso non è un giocatore qualunque.