Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina sconfitta e umiliata. Prestazione indecorosa, situazione inaccettabile

Reggina sconfitta e umiliata. Prestazione indecorosa, situazione inaccettabile

di Michele Favano – Una sconfitta che tutti ricorderemo per lungo tempo. Umiliante, mortificante, per il suo sviluppo, per il risultato finale. Una prestazione indecorosa quella dei giovani calciatori amaranto, privi di cattiveria agonistica, orgoglio, forza reattiva, carattere. Le debolezze strutturali di questo gruppo le abbiamo evidenziate da sempre, la capacità di camuffarle attraverso un gioco piacevole, era stata una caratteristica che aveva accompagnato la squadra fino alla scorsa settimana. Priva di Rizzo, l’uomo migliore di un organico fragile, la Reggina si è sciolta davanti ad un Lamezia combattivo, battagliero e decisamente più in palla. Anche il tecnico ha fatto la sua parte, la preparazione al match tutt’altro che impeccabile, le scelte abbastanza discutibili. Fermo restando che nessuno dei calciatori scesi in campo è salvabile, l’idea di riportare al centro della difesa Crescenzi, si è rivelata fallimentare. Nel corso di questa prima parte di stagione, ci si è concentrati sulla incapacità dei nostri attaccanti ad andare a rete, sottovalutando una organizzazione difensiva assai precaria. Perchè insieme agli errori dei singoli, ci sono anche quelli di posizione, assetto, movimento. A Lamezia, i problemi di questo gruppo, son venuti fuori tutti insieme nel loro complesso, difficile anche la possibilità di fare una disamina per quanti errori ed orrori Dall’Oglio e compagni son riusciti a mettere in mostra, tutti nella stessa partita. Si è toccato il fondo, decisamente e sotto tutti i punti di vista, compreso quello della classifica. Pensate, per evitarlo, c’è da vincere il prossimo “scontro diretto”, quello con l’Aversa Normanna. Inaccettabile.