Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, dopo la penalizzazione subentra la paura vera. Come reagirà la squadra?

Reggina, dopo la penalizzazione subentra la paura vera. Come reagirà la squadra?

di Michele Favano – Una mazzata dietro l’altra. Prima i risultati maturati sul campo, adesso la penalizzazione. Si complica in maniera molto seria la situazione in casa Reggina, scivolata al penultimo posto della classifica ad una sola lunghezza dall’ultima posizione. Un colpo d’occhio tremendo. La Reggina Calcio si opporrà a questa prima decisione ed è convinta di poterne ottenere una riduzione, essendo già stata giudicata e penalizzata nella passata stagione, per gli stessi motivi (il riferimento è per i mesi novembre-dicembre 2013). Intanto c’è da subirne il contraccolpo psicologico, devastante, nell’immediato per la tifoseria, da verificare quello per i calciatori. Il gruppo è giovane e le ingenuità che si sono ripetute in questa prima parte di stagione, hanno evidenziato fragilità ed inesperienza di un organico che solo attraverso l’impegno, il sacrificio e la spinta emotiva, potrebbe portare avanti il suo processo di crescita, insieme al lavoro, buono fino al momento, del tecnico Cozza, dal punto di vista tecnico, tattico e motivazionale. Ma di fronte ad una batosta simile e con la certezza che a breve ne arriverà una seconda, il compito, nonostante la buona volontà, si trasforma in vera e propria impresa. Parlavamo, subito dopo la Lupa Roma, di momento scoraggiante per una squadra che nonostante il buon calcio praticato, stava raccogliendo molto poco in fatto di punti, adesso c’è da capire quale sarà la reazione a pochi giorni da questa prima penalizzazione. Primo banco di prova il derby di Lamezia, da giocare in trasferta, su un campo molto caldo e senza l’uomo migliore, il capitano Giuseppe Rizzo. Inutile nasconderlo, c’è vera preoccupazione.