Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Cozza: “La giovane età non è un alibi. Ora inizia il nostro campionato”

Reggina, Cozza: “La giovane età non è un alibi. Ora inizia il nostro campionato”

 

“Abbiamo preso un gol a sette minuti dalla fine e, non avendo attaccanti in panchina, non era facile reagire in così breve tempo.”.

Torna a parlare Francesco Cozza dopo la sconfitta rimediata dalla sua Reggina a Matera.  Fra le scelte del tecnico si è parlato di quella che, dopo un’ora di gioco, ha visto l’uscita di un attaccante a favore dell’ingresso di un centrocampista, per un atteggiamento più prudente.

“Masini – dichiara ai microfoni di Radio Antenna Febea –  è uscito perchè non ne aveva più  e a quel punto abbiamo dovuto pensare a portare a casa un risultato positivo. Non credo che quel cambio abbia sposato gli equilibri della partita, anche perchè dopo le sostituzioni hanno mai tirato in porta. Il loro gol è nato da tre rimpalli, poi avendo perso anche Insigne non abbiamo più avuto la possibilità di attaccarli.  Escludendo un paio di loro opportunità, le occasioni e la migliore gestione del pallone l’abbiamo avuta noi. Mi è piaciuto poco l’approccio di chi è entrato in campo a partita in corso e non ha avuto l’atteggiamento giusto.”.

“Fra noi e loro  – prosegue Cozza – c’erano centosettanta anni di di differenza. E’ vero che provengono dalla Serie D, ma è anche vero che di quella squadra ne è rimasto solo uno a favore di nuovi acquisti provenienti dalla C o dalla B. La giovane età del gruppo non è un alibi. Bisogna solo mettersi in testa che questo è un anno in cui ripartiamo da zero e non abbiamo l’obiettivo di vincere il campionato”.

Inevitabile  un commento sul prossimo impegno: “La Lupa Roma è una squadra alla nostra portata, al di là della classifica. Da ora inizia il nostro vero campionato, fino ad ora abbiamo incontrato solo le squadre che stanno in alto e hanno valori tecnici importanti. Fino ad ora, però, mi pare che nessuno, a parte il Lecce, ci abbia messo sotto il piano del gioco. Alla fine del girone d’andata tireremo le somme su tanti aspetti”.