Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Insigne: “Cozza e i tifosi sono straordinari. Risceglierei Reggio 1000 volte ancora”

Insigne: “Cozza e i tifosi sono straordinari. Risceglierei Reggio 1000 volte ancora”

“Il pallone lo firmerò, scriverò la data e lo custodirò bene.  E’ la mia prima tripletta, lo avrebbe voluto in regalo la mia ragazza ma preferisco tenerlo per me”.

C’è un pizzico di sano egoismo nelle parole di Roberto Insigne rilasciate ieri ai microfoni di Gianlucadimarzio.com.

E’ ancora viva la felicità per le tre reti nel derby con il Cosenza: “Non ho festeggiato molto dopo la partita. Avevo la caviglia gonfia e alle 9 ero già a letto”.

Ha portato i pasticcini al S.Agata, segno che il gruppo è forte come racconta Insigne (“Il più felice era Viola che non ha giocato”) ma è con i tifosi che è sbocciato l’amore: “I tifosi sono fantastici. Il coro che mi hanno dedicato è stato bellissimo”

Eppure non sente la responsabilità e ha un feeling speciale: “Ci sono altri insostituibili in questa squadra: Rizzo, Armellino, Di Lorenzo e Camilleri. C’è gente che ha giocati in Serie A. Cozza è una grandissima persona, abbiamo un rapporto speciale. Arrivo al S.Agata sorridendo e pensare che stavo per andare a Mantova.  E’ saltato tutto, a Reggio tornerei altre mille volte”.

Nella serata della sua tripletta gol e assist per suo fratello in Napoli-Torino: “Ci siamo fatti i complimenti a vicenda”.

Sei anni fa però dalla Reggina  per non andare via da Napoli, rifiutò una proposta per aggregarsi alle giovanili amaranto. Era troppo giovane, ma era destino che andasse così.