Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina-Messina, Riganò: “Questo non è un derby di Serie C. Tifo per la risalita di entrambe”

Reggina-Messina, Riganò: “Questo non è un derby di Serie C. Tifo per la risalita di entrambe”

Dissacrante e provocatore (in senso non troppo negativo) in campo, equilibrato dopo aver appeso gli scarpini al chiodo.

Christian Riganò è uno dei protagonisti dell’ultimo Reggina-Messina. Al San Filippo giustiziò gli amaranto con una doppietta.
Al Granillo, con molto mestiere, il 18 aprile del 2007 si procurò un rigore con molto mestiere e realizzò pareggiando il vantaggio di Bianchi.
Si mise le mani alle orecchie per provare il pubblico e mandò su tutte le furie Lanzaro e tutto lo stadio.

Alla fine il Messina ne prese tre e retrocesse. Lo stadio cantava: “Riganò facci un gol”. Lo sfottò durò almeno un quarto d’ora.

“Sono messinese, ex giallorosso e venerdì non posso che tifare per la mia squadra” ha detto Riganò ai microfoni di Gianlucadimarzio.com.

“Il derby dello Stretto regala un’emozione fantastica, soprattutto se lo vinci. Quando feci doppietta se ne accorse anche mia madre che in genere non segue il calcio e questo mi bastò per capire che si era fatto qualcosa di importante. Certo – prosegue l’ex centravanti di Lipari – baratterei quella vittoria con la salvezza che non è mai arrivata”

Poi arriva il Riganò che non ti aspetti, visti i precedenti sul campo: “Sono contento che l’avvento di Lo Monaco abbia avviato un percorso di crescita al Messina che, anche da lontano, continuo a seguire. La città e i tifosi meritano ben altri palcoscenici, ma spero che anche la Reggina possa tornare là dove deve stare, ossia nel calcio che. Spero nella risalita dei due club”.