Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, puoi fare molta strada se…

Reggina, puoi fare molta strada se…

di Michele Favano – Eravamo in pochi a credere che questa Reggina, secondo quanto garantito dal proprio tecnico, sarebbe stata pronta per la prima di campionato. Ci avevano scoraggiato le prestazioni in amichevole disputate contro formazioni di categoria inferiore ed un organico non particolarmente eccelso. Ed invece, all’esordio, i giovanotti amaranto hanno ben figurato, al cospetto di una Casertana  che, almeno sulla carta, mostrava alla vigilia qualche vantaggio in più. Bene la Reggina nella costruzone del gioco, compatta nei reparti, capace di creare una serie interessante di occasioni da rete. Indiscutibile sul piano della combattività e la voglia di prevalere sull’avversario. Ha trovato in Roberto Insigne il suo perfetto finalizzatore, non male una doppietta all’esordio per uno che lo scorso anno con la maglia del Perugia ha collezionato solo dodici presenze e messo a segno una sola rete. Sicuramente il migliore di un tridente d’attacco che ancora deve crescere ed amalgamarsi e calatosi nel nuovo ruolo, consegnatogli da Cozza, alla perfezione. Bravo nell’uno contro uno, combattivo su tutto il fronte offensivo, freddo e preciso nelle conclusioni. Ha risposto presente anche la linea mediana. Armellino su tutti, instancabile dal primo fino all’ultimo minuto di gara, con Rizzo e Dall’Oglio a supporto. Il primo punto di riferimento e perfetto nell’interdizione, meno in fase di impostazione, il secondo sempre generoso e combattivo fino alla resa per crampi. Il reparto difensivo ha retto per buona parte dell’incontro, ma anche mostrato qualche lacuna, seppur nelle due circostanze in cui la Casertana è arrivata al pareggio, le azioni risultavano viziate da falli evidenti. Il reparto è giovane, come del resto tutta la squadra, qualcuno si sacrifica anche in un ruolo non suo, migliorabile. Nel complesso, comunque, rimane la prestazione, decisamente sopra le aspettative e la convinzione di avere ancora ampi margini di crescita. Che potrebbero essere accelerati dall’arrivo di qualche altro elemento ad irrobustire l’organico. Non moltissimo, interventi mirati in alcune zone del campo che potrebbero elevare tasso qualitativo ed esperienza. Il tempo è pochissimo, stasera alle 23 chiude la prima fase di calcio mercato. Non ci si aspetta molto, lo si è capito anche dalle dichiarazioni del tecnico a fine gara il quale, però, pur mostrando soddisfazione per i calciatori attualmente a disposizione, in cuor suo spera comunque in qualche volto nuovo.