Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina-Casertana, Cozza: “Soddisfatto, ma quando si fanno due gol bisogna vincere”

Reggina-Casertana, Cozza: “Soddisfatto, ma quando si fanno due gol bisogna vincere”

“Abbiamo visto un’ottima Reggina. I gol sono arrivati per due errori nostri, sebbene tutte e due le azioni siano viziate da due errori dell’arbitro. Nella prima occasione l’arbitro nell’area avversaria non può non fischiare il fallo su Armellino”

L’analisi di Ciccio Cozza è quella di chi è per metà soddisfatto e chi per metà sta recriminando.

“Fino a pochi giorni fa – continua Cozza – subivamo i carichi di lavoro. Questa settimana abbiamo lavorato sulla rapidità e si è vista la nostra reattività. Nel primo tempo non si sono mai visti nella nostra area di rigore, fatta eccezione per una palla messa in mezzo da Carrus. Non abbiamo avuto nessun calo fisico, i due gol sono arrivati attraverso due ripartenze. Loro hanno iniziato in un modo e nello stesso modo hanno finito, cercando di giocare in ripartenza. Ricordiamo che sono una squadra costruita per vincere. Noi, invece, partiamo da zero e aspettiamo dicembre per avere un primo bilancio. Abbiamo giovani importanti e i nostri avversari oggi avevano solo un ’93 e tanta gente eseprta. Perciò dobbiamo aspettare i nostri ragazzi, perchè cresceranno e ci daranno soddisfazioni. La squadra è vicina a diventare ciò che io mi aspetto, però quando si fanno due gol in casa bisogna vincere.”.

Le difficoltà di Rizzo in fase di manovra non preoccupano Rizzo: “La squadra ha creato tanto e il portiere loro è stato eccezionale. Se è stato così è perché la palla ha girato bene. Anche da difensore centrale ha fatto bene. Il rammarico unico di oggi è che dovevamo far gol”.

Il focus si sposta sui singoli: “Aquino è un ’94, al primo campionato da professionista dopo la Primavera. Ha fatto bene, ma da giovane si possono fare degli errori. Masini? L’unico dispiacere è che non sia riuscito a far gol”.

 

 

Domani ultimo giorno di mercato. “Se ne occupa il presidente – rivela Cozza – e io penso soltanto a lavorare con i giocatori che ho. Se arriva quaclosa sono contento, se non arriva continuerò ad allenare. Oggi mi sono piaciuti tutti quelli che hanno giocato e da stasera inizieremo pensare alla partita di Pagani”.