Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, piccoli segnali di ritrovato entusiasmo. Adesso tocca a società e squadra

Reggina, piccoli segnali di ritrovato entusiasmo. Adesso tocca a società e squadra

di Michele Favano – Trecento spettatori circa, hanno accompagnato l’amichevole disputata dalla Reggina contro la Scillese. Un avversario modesto e troppe categorie di differenza per poter pensare di assistere ad un match avvincente ed attendibile. Ma a Reggio c’è ancora voglia di calcio, per questo motivo il centro sportivo ha fatto comunque contare un discreto numero di tifosi. E buona parte di questi, concentrati sul terrazzo del S. Agata, ha fatto sentire la propria voce, il proprio incitamento. Gli ultras presenti, cinquanta circa, hanno urlato e sostenuto la squadra, sempre e solo per la maglia. Un pomeriggio che sembra in qualche modo aver riaperto spiragli interessanti quanto ad entusiasmo e voglia di dimostrare di esserci ancora, dopo aver toccato il minimo storico al termine della scorsa stagione calcistica. Segnali di riavvicinamento che solo società e squadra possono adesso alimentare. La prima con interventi mirati e capacità di valutazione nelle scelte che si dovranno fare in sede di rafforzamento, la seconda attraverso una forte dimostrazione di attaccamento ed il conseguimento di risultati importanti sul campo. Siamo ad un mese esatto dall’inizio del nuovo campionato, la retrocessione, diversamente da quanto si poteva pensare, non è stata vissuta come un dramma sportivo. Il tifoso, pur amareggiato e deluso, insieme alla Reggina ha ritrovato forza e voglia di ripartire, ma non è più disposto a subire ulteriori umiliazioni.