Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Gagliardi furioso: ”Qualcuno non aspettava altro che la sconfitta, ma se retrocediamo lo facciamo tutti…”

Reggina, Gagliardi furioso: ”Qualcuno non aspettava altro che la sconfitta, ma se retrocediamo lo facciamo tutti…”

14

Non mi interessa se qualcuno aspettava la sconfitta, non mi interessa di ciò che si dice sul mio conto come allenatore visto che a fine anno non lo

farò più, mi interessa solo la salvezza della Reggina.  Se la Reggina retrocede retrocediamo tutti”

Franco Gagliardi non le manda a dire. Non lo ha mai fatto e non ha intenzione di iniziare a farlo.

Non ha gradito che qualcuno ha visto la sconfitta di Novara come la logica conseguenza della gestione sua e di Zanin.

Mi aspettavo che si scrivesse che questa con il Varese è la partita più dell’anno e che magari si portassero quindici-sedicimila spettatori allo stadio e nessuno lo ha fatto”.

Contro i lombardi si giocano davvero molto e l’unico risultato gradito è la vittoria: ‘’Più che i calciatori devono crescere gli allenatori della Reggina. Non ci sono professori che possono salvarla, noi dobbiamo arrivare a valorizzare al meglio il materiale che abbiamo.  Stiamo lavorando a livello fisico, tutti vogliono raggiungere il risultato e non a caso dico che siamo in crescita. Le situazioni arbitrali non aiutano a rendere tangibili i miglioramenti. Poi, ad esempio, le situazioni di palla inattiva sono aspetti in cui si deve migliorare difensivamente”.

E sul morale del gruppo: “Dopo Novara c’è stato un contraccolpo inevitabile, ma dopo un confronto acceso siamo in palla e convinti di essere sulla strada giusta, pur consci di dover migliorare.  C’è grande disponibilità da parte dei calciatori

E’ pur vero – prosegue l’avvocato – che ancora non abbiamo preso gol su azione e sono piccole disattenzioni che paghiamo. Abbiamo un po’ messo da parte i giri di campo, provando tantissimo i calci piazzati in difesa.  Prima forse non venivano fatte queste prove, perché immagino che gli allenatori avessero altre priorità.  A livello di singoli tutta questa squadra e la difesa può stare in Serie B, si deve migliorare come collettivo”.