Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Novara-Reggina, le parole dei protagonisti. Gagliardi: ”Abbiamo i c…, siamo in crescita e ci salveremo”

Novara-Reggina, le parole dei protagonisti. Gagliardi: ”Abbiamo i c…, siamo in crescita e ci salveremo”

03
In sala stampa le parole di Franco Gagliardi, al termine di Novara-Reggina e ai microfoni di Radio Touring:

“Non è possibile che una settimana dopo quel rigore negato non ci diano un gol regolare.  Non possiamo permetterci queste viste.  Il gol? Sansovini è l’unico grande attaccante che hanno, non andava lasciato solo. Anche se Barillà perde la marcatura, è giusto che ci vada qualche altro a contenerlo.  Se ci avessero dato il gol avremmo visto un’altra partita. Non mi pare che avessero molte frecce da giocarci, sono in difficoltà e hanno trovato questo gol con un lancio lungo.   Di  Michele? E’ la nostra bandiera, sta crescendo e oggi aveva anche fatto gol. Poi se qualcuno dimostra di poter giocare più di lui va in campo.  Gerardi? Non è stato bene durante la settimana. Strasser fuori? Su terra sintetica ci voleva qualcuno che desse più dinamismo rispetto a Rodney.  Maicon è stato troppo altruista. Ci salveremo, siamo in crescita e abbiamo i c… come quelli di una vacca”
ANTONINO BARILLA’ (CENTROCAMPISTA REGGINA)
“Il gol era regolare, poi abbiamo fatto fatica a recuperare la partita.  Dovevamo fare di più. La rete subita? Sansovini era il mio uomo, ho cercato la palla e me lo sono perso.  Il campionato è lungo, i risultati di oggi non sono favorevoli ma le somme le tireremo alla fine”.
VALERIO FOGLIO  (CENTROCAMPISTA REGGINA)
“Il gol che abbiamo subito è stato stupido ed è arrivato su una palla inattiva. Nella ripersa forse potevamo dare di più. Il gol annullato? Lo credevo regolarissimo, forse il guardalinee aveva una prospettiva diversa e migliore.   Ci dispiace non aver fatto punti, potevamo uscire imbattuti e a tratti abbiamo giocato molto bene.  A noi  è mancata concretezza davanti”.
ALFREDO AGLIETTI (NOVARA)
“Mi dispiace giocarmi la salvezza contro la Reggina. Non abbiamo rubato nulla, ma se avessero pareggiato non avremmo potuto dir nulla. Potevamo fare meglio quando abbiamo avuto gli spazi. Mi aspettavo una Reggina con il 4-5-1, indipendentemente dal modulo.  Non era facile oggi per l’importanza della posta in palio. Il nostro e il loro campionato sarà comunque difficile e sofferto. Di Michele qualitativamente è uno dei migliori giocatori del campionato, nonostante l’età avanzata.  Non è facile, con questa classifica, metterlo nelle condizioni di fare il massimo.   Gagliardi? L’ho rivisto dopo vent’anni, da quella stroica impresa la Reggina ha costruito i suoi successi e quel momento ricorda molto questo, sebbene resti forse il punto basso dell’ultimo periodo. Ho visto una squadra viva, Gagliardi e Zanin hanno dato la scossa e ci sono sufficienti partite per poter recuperare. Spero si salvi, i tifosi stiano vicini alla squadra”.