Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Dumitru: ”La Reggina ha una storia importante, non possiamo retrocedere. E’ il momento di far vedere le mie potenzialità”

Reggina, Dumitru: ”La Reggina ha una storia importante, non possiamo retrocedere. E’ il momento di far vedere le mie potenzialità”

dumitru_reggina

E’ un italiano atipico. Lo si capisce dai tratti somatici, dal luogo di nascita, la Svezia, dall’origine dei genitori (brasiliane e rumene), non dal suo modo di parlare in cui si affaccia comunque una

lieve cadenza toscana.

Arriva a Reggio per non dimostrare di non essere una promessa mancata del calcio azzurro e per salvare la Reggina.

Nicolao Dumitru, classe ’91, ha scelto la maglia numero 17 per ripartire dallo Stretto, quella con cui  allenandosi tra le mura del S.Agata si è consacrato David Di Michele e rilanciato Nicola Amoruso.

“Ho scelto questo numero dopo averne parlato con mio  padre – rivela il neoattaccante amaranto – un po’ per scaramanzia. Dopo ho anche saputo che qui è stato sulle spalle di calciatori importanti.  L’approccio con tutto l’ambiente è stato ottimo”.

“Di questo gruppo  – conoscevo già Frascatore e Fischnaller con i quali abbiamo condiviso l’esperienza delle nazionali giovanili.  Spero di inserirmi il prima possibile in questo gruppo, mi sento pronto.  Devo ancora compiere 23 anni, so di avere delle potenzialità da esprimere  e spero che Reggio possa essere l’occasione giusta. Sono pronto e voglioso, la storia della Reggina impone di mantenere questa categoria e tutti, me compreso, faremo di tutto perché ciò questo avvenga”.

“Stiamo preparando la gara contro la Juve Stabia – dice l’attaccante –  e siamo carichi per affrontare questa partita, che non sarà ancora decisiva ma resta importante.  Fare risultato aumenterebbe l’entusiasmo che già abbiamo.”