Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, sfida all’Energie Cottobus per il polacco Danielewicz. C’è una prima risposta dell’entourage del calciatore agli amaranto

Reggina, sfida all’Energie Cottobus per il polacco Danielewicz. C’è una prima risposta dell’entourage del calciatore agli amaranto

danielwicz
Krzysztof Danielewicz  è un centrocampista polacco finito nel mirino della Reggina.

Classe 1991, spiccate doti offensive e in scadenza di contratto a giugno, sembrerebbe una ghiotta opportunità per la soceità amaranto che sembrava averlo in mano, ma che adesso rischia di perderlo e forse anche per volontà propria.
Il giocatore milita nel Cracovia, in patria, che starebbe facendo di tutto per trattenere il giocatore.
Nelle scorse ore c’è stato un incontro tra l’agente del giocatore Ireneusz Hurwicz e il direttore sportivo della formazione polacca,  Peter Burlikowskim in cui pare sia stato proposto al giocatore un lungo rinnovo del contratto.
Il giocatore, arrivato a una fase della carriera in cui le scelte potrebbero rivelarsi decisive, sembra deciso comunque a non farne una questione economica.
Sono due i club che hanno manifestato interesse per Danielewicz: l’Energie Cottobus e la Reggina, oltre ad alcune società inglesi.
Il calcio tedesco risulta indubbiamente avere più appeal, ma la formazione sassone ha una situazione di classifica ancor peggiore degli amaranto nella Serie B tedesca.
Quella che però sarebbe un’operazione a costo zero a giugno, oggi richiederebbe un piccolo sacrificio economico che la società di Via delle Industrie non intederebbe fare al buio.
E’ stato lo stesso agente del giocatore a rivelare che, complice la pausa del campionato polacco, la Reggina avrebbe chiesto all’entourage del centrocampista di portare il giocatore al S.Agata per tre giorni in modo da poterlo testare a livello tecnico, fisico e atletico. Praticà già percorsa in altre trattative con giocatori provenienti dall’estero in passato.  Idea, comunque, respinta al mittente, non perchè non si gradisca la destinazione, ma sol perchè non ci sarebbe l’intenzione di svolgere qualcosa che assomigli a un provino.