Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, domani inizia il calciomercato. Atzori chiede cinque- sei rinforzi per centrare l’impresa, Barillà dovrebbe essere il primo

Reggina, domani inizia il calciomercato. Atzori chiede cinque- sei rinforzi per centrare l’impresa, Barillà dovrebbe essere il primo

reggina_esultanza_2013

Inizia domani il calciomercato invernale e avrà il termine alle ore 23 del 31 gennaio e più che un mercato di riparazione sarà, per la Reggina, un vero e proprio mercato di totale ristrutturazione.

Atzori chiede cinque-sei elementi e se ne aspetta almeno tre per la ripresa del campionato, il 25 gennaio a Bari, in un vero e proprio scontro diretto che potrebbe schiarire ulteriormente le idee sulle reali possibilità di salvezza della formazione amaranto.

Sono già sulla via del ritorno Benassi, Gentili, Falco e Caballero, così come Nino Barillà che, poco utilizzato da Mihajlovic alla Samp, ha, a termini di regolamento, come unica possibilità quella di tornare in amaranto e, anche se le parti continuano a negare, dovrebbe essere quello il suo destino.  Con Contessa e Foglio a disposizione di Atzori sull’esterno, tornerà per agire da mezz’ala a meno di una cessione tra i due interpreti del ruolo di esterno sinistro.

Il tecnico di Collepardo si aspetta soprattutto un portiere di esperienza e affidabilità dopo il flop di Benassi e di un non ancora pronto Zandrini,  un difensore che dia personalità al reparto apparso troppo fragile in talune circostanze, un esterno destro che offra maggiori garanzie rispetto al giovane Maicon e  un attaccante in grado di fare la differenza sotto porta e, in tal senso, il fatto che si stia pensando di far partire Gerardi con destinazione Crotone è il sintomo che qualcosa in avanti si stia muovendo.

Il colloquio tra allenatore e società, avvenuto prima del ritorno di Atzori in panchina, è stato il momento in cui il trainer ha ottenuto garanzie in merito ad una sensibile campagna di rafforzamento dell’organico.

Tuttavia, la situazione di classifica non era ancora disperata come appare adesso e bisognerà capire quanta voglia avranno i calciatori di tuffarsi in un’avventura che appare molto difficile, seppur non impossibile.

Il patron Foti ha comunque voluto sottolineare come non bisognerà appellarsi soltanto al calciomercato per raddrizzare la difficile situazione, segno che si aspetta una netta inversione di marcia anche da chi resterà.