Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina-Avellino, le parole dei protagonist

Reggina-Avellino, le parole dei protagonist

Di Michele (Attaccante Reggina) – “C’è rammarico, giochiamo come vorremmo ma non riusciamo a fare risultato pieno. Sono convinto che, comunque, bisogna continuare a seguire questa linea,

vinceremo qualche partita. Dovremmo riuscire a chiudere le partite, invece arretriamo per paura. Oggi abbiamo subito il pari, e abbiamo rischiato di perderla. Nel secondo tempo loro hanno giocato meglio. I cambi di formazione? Il mister fa bene, restiamo tutti sula corda, anche se qualcuno non ha i novanta minuti nelle gambe”.

Galabinov (Attaccante Avellino) – “La reggina è partita decisamente meglio, poi siamo venuti fuori bene e abbiamo meritato il pareggio, rischiando di vincere. L’episodio con Strasser? Dopo il rigore voleva il pallone. io volevo portarlo a centrocampo, volevamo vincere e forse a lui il risultato andava bene”.

Atzori (allenatore Reggina) – “Sono contento dell’atteggiamento avuto dalla squadra, dobbiamo averlo sempre. Ho visto tanta applicazione, e il gol lo abbiamo preso solo su rigore. Il punto non piace per la posizione in classifica, ma ci può anche stare. Un po’ tutti mi hanno dato risposte positive”.

Rastelli (Allenatore Avellino) – “Abbiamo una nostra identità, dettata principalmente dalla giusta compattezza e da una buona tenacia. Nella ripresa molto meglio noi, poteva esserci assegnato un altro calcio di rigore. Zappacosta merita di giocare in Serie A”.