Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / S.Stefano di fuoco per la Reggina: arriva l’Avellino e non si può sbagliare

S.Stefano di fuoco per la Reggina: arriva l’Avellino e non si può sbagliare

atzori_grinta

Non è neanche finito il girone d’andata, ma la Reggina che nella prossime due partite si gioca gran parte del proprio futuro e la quasi totalità della propria credibilità in vista del calciomercato di

gennaio.

Al cospetto degli amaranto arriva l’Avellino, una delle sorprese di questo campionato.

La matricola irpina, guidata da Massimo Rastelli, ex calciatore amaranto e compagno di Di Michele dieci anni fa in riva allo Stretto, sarà un osso durissimo per una squadra come quella amaranto che soffre maledettamente qualsiasi avversario in questa stagione.

Da una parte ci sono in archivio quattro sconfitte consecutive, dall’altro quattro risultati utili.

Gianluca Atzori ha annunciato delle novità obbligate in formazione.  La squalifica di Foglio porterà all’utilizzo di Contessa sull’out sinistro, sul lato opposto sarà ballottaggio tra Di Lorenzo e Maicon.

In avanti si va verso l’utilizzo della coppia Di Michele-Gerardi. Conferma per Stasser al centro della difesa. Ipsa, in difesa, potrebbe avere una maglia da titolare.

Gli iripini potrebbero fare turnover con Soncin che andrebbe in campo in attacco al posto di uno tra Castaldo e Galabinov.  Possibilità di una maglia da titolare anche per Fabbro.

Arbitra: Candussio. Fischio d’inizio ore 15, nel giorno di S.Stefano