Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, cercasi vittoria scaccia-problemi contro lo Spezia

Reggina, cercasi vittoria scaccia-problemi contro lo Spezia

regginaesultanzapescara

I match da non fallire, solitamente, sono o grandi battaglie o sfide di attesa e paura. Stabilire con precisione quale sorte spetterà  Reggina-Spezia è difficile valutarlo.

 

Entrambe le compagini, per classifiche opposte, vivono la vigilia del match con trepidazione.

In Liguria, addirittura, si parla di ultima spiaggia per il tecnico Stroppa, che di certo sa quanto il valore della sfida possa incidere sul suo futuro, dove aleggia costante la presenza di Panucci.

Castori non ha nomi di colleghi a cui pensare, ma di certo anche lui e la sua Reggina, dopo il pari di Cittadella, sanno che per salutare le secche della classifica occorrerà vincere. E provare a convincere, sul piano del gioco. E allora via libera al cambio di idee, per far sì che la mancanza di brio palesata in maniera evidentissima a Cittadella possa essere risolta tornando all’antico “modulo aziendale”: sì, perché dopo una settimana di porte chiuse, Castori non ha negato la possibilità di vedere all’opera nuovamente il 3-5-2, che col suo arrivo era stato messo da parte.

Ciò deriva dalla mancanza di veri e propri terzini destri con cui sia possibile sostituire Adejo, squalificato.

Davanti  a Benassi dovrebbero così agire Di Lorenzo, Lucioni e Ipsa.

A centrocampo pare definitivamente recuperato Colucci, che comunque non dovrebbe essere rischiato dall’inizio per via della possibile pesantezza del campo (previste forti piogge), non propriamente adatta a un rientrante. Confermato così Strasser, che a Cittadella ha offerto segnali di risveglio sia sul piano atletico che della concentrazione in campo. Accanto a lui, avrà possibilità di svariare sul fronte, agendo da play, Sbaffo, mentre uno tra Rigoni e Dall’Oglio si contende la maglia da titolare, col secondo in leggero vantaggio. Sugli esterni, ad agire da fluido difensivo in fase di non possesso, e appoggio all’attacco in offensiva, saranno Maicon e Foglio.

In attacco fiducia a Cocco, che dovrebbe essere il partner scelto per Di Michele.

In casa Spezia, dopo la rifinitura di Roma, si va verso la conferma del 4-2-3-1 tanto caro a Stroppa. Saranno indisponibili Magnusson, Albarracin, Ferrari e, in ultimo, Appelt Pires, che in settimana ha riportato una dolorosa frattura.

Davanti a Leali, complice le non perfette condizioni di Madonna, dovrebbe agire una linea composta da Baldanzeddu, Lisuzzo, Ceccarelli e Migliore. Bovo e Seymur faranno il lavoro sporco in mediana, mentre Catellani, Sansovini e Carrozza avranno il compito di innescare Ebagua.

Fischio di inizio alle 15:00.

REGGINA (3-5-2): Benassi; Di Lorenzo, Lucioni, Ipsa; Maicon, Dall’Oglio, Strasser, Sbaffo, Foglio; Di Michele, Cocco. Allenatore: Castori.

SPEZIA (4-2-3-1): Leali; Baldanzeddu, Lisuzzo, Ceccarelli, Migliore; Bovo, Seymur; Catellani Sansovini, Carrozza; Ebagua. Allenatore: Stroppa.