Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Cittadella-Reggina, le pagelle di Strill.it

Cittadella-Reggina, le pagelle di Strill.it

Benassi 6 -A parte qualche buona uscita nel primo tempo, prestazione, praticamente, da spettatore non pagante. Questo vale per lui quanto per il portiere avversario, a testimoniare la pochezza di una sfida tutt’altro che bella.

 

Adejo 5,5 – Prova altalenante di marcatura su Busellato, che a tratti non riesce a contrastare il vantaggio fisico del nigeriano, ma altre volte gli viene via con estrema disinvoltura e costanza. Al 22’ quest’ultimo lo anticipa nonostante il difensore avesse addirittura qualche metro di vantaggio. Al 4’ del secondo tempo, invece, dimentica proprio il diretto avversario, lasciando spazio di tiro che però lo stesso Busellato non sfrutta. In fase propositiva è molto confusionario, ma il disordine è di tutta la squadra e non solo il suo. Conclude anche a rete, ma in maniera inguardabile.

Lucioni 6 – Non è chiamato agli straordinari, il leitmotiv della sfida è lanci alla viva il parroco da un lato all’altro del campo. Sia per i granata che per gli amaranto. E allora il compito di marcatura o chiusura si limita al mettere il piede in qualche ripartenza, come quando in avvio esce bene dai blocchi andandosi a prendere un pallone vagante, impedendo agli avversari di rendersi pericolosi.

Ipsa 6 – Un po’ a sorpresa, viste le prove attuate in settimana, Castori lo spedisce in campo in coppia con Lucioni. A parte qualche incertezza nella prima mezz’ora su Coralli, non è chiamato a grandi interventi.

Foglio 6 – Parte un po’ timoroso, e si fa apprezzare più in fase di limitazione su Colombo che in controripartenza. Poi prende bene le misure, ed esce caparbiamente dai blocchi, arrivando al cross in più di un frangente, nonostante questi ultimi non siano propriamente pericolosissimi.

Dall’Oglio 5,5 – Parecchio in difficoltà sul Alborno in avvio, che gli ruba spesso il tempo. Castori capisce il momento, e lo inverte di ruolo con Sbaffo. Da lì confeziona una prova più attenta e sicura, limitando bene le poche folate degli avversari.

Strasser 6 – La sua migliore prova da quando veste l’amaranto. Ritorna in campo a causa dell’influenza che colpisce Rigoni, e si dimostra in crescita sotto il profilo atletico. Più caparbio e deciso negli interventi, non lesina neanche consigli e rimproveri nei confronti dei compagni, come quando Cocco ritorna troppo e finisce col pestargli i piedi, o come quando De Rose non riesce a essere incisivo in fase di disimpegno.

De Rose 5,5 – Evidenzia parecchie lacune in fase di impostazione, il centrocampo non riesce a essere il giusto collante tra il reparto difensivo e quello d’offesa. Parecchi falli a dimostrare la generosità quando c’è da interrompere il gioco avversario, e un buon quantitativo di impegno sotto il profilo dell’intensità agonistica. Ha il compito di essere il primo giocatore a dover alleggerire la sfera su Cocco, ma in più di un frangente non trova la giusta collaborazione del compagno.

Sbaffo 5 – Parte a sinistra, ma prima della mezz’ora Jozic lo fa slittare a destra. Molto fuori dal vivo del gioco, sembra nascondersi e quando ha il pallone tra i piedi risulta impossibilitato a convergere o creare ripartenza pericolose, complice la difficoltà nel trovare collaborazione dal reparto offensivo. Quando la Reggina accorcia per difendere, Alborno limita la sua possibilità di ripartenza, chiudendo il cono d’ombra utile per eventuali idee positive.

Di Michele 5,5 – Negativa la prova offensiva degli amaranto, quest’oggi. Non trova la giusta collaborazione in Cocco, e spesso deve arretrare per prendersi un pallone buono. Mette come al solito tanta voglia, ma oggi sono state evidenziate parecchie difficoltà in fase di finalizzazione.

Cocco 5 – Doveva essere la sua rivincita dopo un avvio tutt’altro che semplice, si è trasformata in una partita da dimenticare alla svelta sul piano personale. Al 15’ abbozza un velo che però disorienta anche il compagno di reparto, vanificando una possibile occasione da rete. In fase difensiva, poco dopo, allontana male di testa dagli sviluppi di un corner, alimentando un’azione pericolosa che poi il Cittadella non sfrutta con lucidità. In più di un’occasione arretra per diminuire le distanze tra i reparti, ma finisce col pestare i piedi ai centrocampisti, oppure accompagna male in orizzontale la fase di disimpegno della sfera. Nella ripresa si prende anche un ammonizione per una trattenuta. Dal 24’st Gerardi 5,5 – Non entra in partita. Sbaglia diversi appoggi anche di pochi metri e poi scompare definitivamente fino al termine.

Mister Castori (Squalificato) 5,5 – Per la prima volta la Reggina non prende gol in trasferta. La prestazione, complice le condizioni climatiche non propriamente agevoli, però, stenta a decollare, molti sbadigli oggi, da una parte e dall’altra. Non si è vista quella giusta misura dei passaggi, praticamente al terzo tocco si è assistito a rilanci sballati da una parte all’altra. Difficoltà evidenti nell’impostare gioco, e poco appoggio da parte degli attaccanti. Questa sterilità andrà corretta, mentre segnali confortanti arrivano sul profilo dell’attenzione difensiva.

F.M.