Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio, Serie B: a Cittadella la Reggina prova a ritrovare certezze

Calcio, Serie B: a Cittadella la Reggina prova a ritrovare certezze

05

Forti di nuove consapevolezze e mai intente a mollare. È così che si presentano, almeno guardando le ultime rispettive uscite, Cittadella e Reggina.

Oggi pomeriggio, sul green del Tombolato, le due compagini si daranno battaglia, alimentando novanta minuti di passione accesa da una classifica tutt’altro che felice.

I veneti sono a due soli punti dalla zona play-out, mentre i calabresi devono uscire dalle sabbie mobili di una classifica che ormai da qualche settimana sta risucchiando gli amaranto in un baratro dal quale, col tempo, sarà sempre più difficile venir fuori.

Ma i rispettivi incontri con Cesena (parità per il Citta) e Palermo (sconfitta con torti arbitrali per la Reggina), hanno mostrato una rinnovata identità, soprattutto sul piano del carattere.

Gli strascichi del giudice sportivo, però, sono evidenti già dal tabellino iniziale: da un lato mancherà Coly, appiedato per tre turni dopo una testata rifilata a un avversario, dall’altro mister Castori, che di certo non le ha mandate a dire al signor Mariani, direttore di gara dell’ormai nota sfida di sabato scorso.

Sulla panchina amaranto siederà dunque il vice di Castori, Davor Jozic.

Foscarini dovrà rinunciare a diverse pedine. Oltre allo squalificato Coly, non saranno del match i vari Donnarumma, Lori e Montini, lungodegenti. A loro, questa settimana, si sono aggiunti i forfait di Paolucci e Di Donato.

Davanti al talentino Di Gennaro agirà una linea di tre difensori composta da Sosa, Pellizzer e  Marino, che prende così il posto di Coly e ritrova la sua ex squadra da titolare. Stesso discorso per Colombo, che agirà da fluido destro in un centrocampo completato da Pecorini, La Camera (le sue condizioni destano preoccupazioni, pochi allenamenti per lui in settimana) e Busellato, con Alborno sull’out mancino. Di Roberto e Coralli i due d’attacco.

Gli amaranto, a ridosso del match, perdono Rigoni per l’influenza. Il suo posto, in mezzo al campo, dovrebbe essere preso da Strasser. Colucci è pronto, ma rischiarlo dall’inizio potrebbe essere deleterio in termini di intensità. Meglio nel finale, quando l’energia e la conseguente lucidità calano nell’avversario, e alcune giocate possono risultare illuminanti. Con Strasser, in mezzo, confermato De Rose, e non ci dovrebbero essere novità neanche per quanto riguarda gli esterni, con Dall’Oglio e Sbaffo rispettivamente a destra e sinistra. Davanti a Benassi, in difesa, potrebbe esserci una novità. In settimana Castori ha lavorato con Gentili centrale, mettendo da parte Ipsa che nell’ultima sfida non ha impressionato. L’ex Vicenza potrebbe comporre un duo inedito di centrali con Lucioni, mentre Adejo e uno tra Foglio e Di Lorenzo (il primo in vantaggio) potranno agire sulle corsie esterne. A gara in corso, se Gentili non dovesse farcela, potrebbe essere inserito Maicon, che si piazzerebbe a destra con conseguente scivolamento centrale di Adejo: praticamente, la fotografia di quanto successo contro il Palermo. In attacco Gerardi si contende una maglia da titolare con Cocco, ma quest’ultimo sembra essere entrato nelle grazie di Castori, che in settimana l’ha utilizzato in coppia con Di Michele. Quest’ultimo, ovviamente, è la certezza dell’attacco amaranto.

Fischio d’inizio ore 15

Cittadella (3-5-2): Di Gennaro; Sosa, Pellizzer, Marino; Colombo, Pecorini, La Camera, Busellato, Alborno; Di Roberto, Coralli. Allenatore: Foscarini.

Reggina (4-4-2): Benassi; Adejo, Lucioni, Gentili, Foglio;  Dall’Oglio, De Rose, Strasser, Sbaffo; Di Michele, Cocco. Allenatore: Jozic (Castori squalificato).