Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Il giudice sportivo ammette clamorosamente che alla Reggina manca un rigore. L’arbitro: ”Non potevo vedere”. Squalificato Castori

Il giudice sportivo ammette clamorosamente che alla Reggina manca un rigore. L’arbitro: ”Non potevo vedere”. Squalificato Castori

castoridisperato
La beffa non è singola, non è doppia, ma tripla.

Difficile dimenticare la clamorosa svista arbitrale che, a dieci minuti dalla fine di Reggina-Palermo, ha negato agli amaranto un rigore a proprio favore e la cosenguente espulsione dell’avversario per un evidente fallo di mano, teso a evitare un gol fatto di Di Michele.
Oggi sono arrivate le decisioni sorprendenti che, in un certo senso, acuiscono il senso di rabbia dei tifosi.
Il Giudice Sportivo, su segnalazione del Procuratore Federale, ha preso in esame il fatto e ha deciso di squalificare il difensore, reo di aver volontariamente compiuto il gesto antisportivo, venendo, dunque, meno agli elementari princiipi di lealtà e probità sportiva.
L’arbitro Mariani, si legge, si è giustificato dicendo che dalla sua prospettiva “era impossibilitato” a valutare se il pallone avesse impattatato la mano o un’altra parte del corpo”.
Andelkovic, il protagonista del fatto, è stato dunque squalificato per una giornata.
L’arbitro Mariani era lo stesso direttore di gara che lo scorso anno venne duramente criticato dalla Reggina per un’espulsione di Ely in occcasione di un fallo di gioco, apparsa affrettata dopo pochi minuti di un Reggina-Ternana della scorsa stagione. Lo stesso direttore di gara andò giù durissimo nel referto e al difensore toccarno tre giornate di squalifica.
Il fischietto di Aprilia non è stato tenero neanche stavolta perchè Castori, espulso durante la partita contro il Palermo, non siederà in panchina in occasione del prossimo Cittadella-Reggina. Le proteste che, a questo punto, il Giudice Sportivo avrebbe avuto modo di giustificare viste le altre decisioni,