Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina: prove generali di crescita. Ecco i primi numeri negativi sconfessati

Reggina: prove generali di crescita. Ecco i primi numeri negativi sconfessati

atzori_grinta
Dopo cinque turni la Reggina riesce a ritornare alla vittoria. Lo fa nella giornata più difficile, contro un Empoli serissimo candidato alla promozione diretta.

Il successo mancava dall’8 settembre, quando a cadere al Granillo era stata la Juve Stabia.
La squadra di Atzori, con la realizzazione di Gerardi, è tornata al gol dopo 338 minuti, un’enormità. L’ultimo ad andare a segno era stato Fischnaller, lo scorso 21 settembre nel 1-1 contro il Novara.
Gerardi e Foglio sono il secondo e il terzo marcatore amaranto che non sia subentrato dalla panchina, nell’ “impresa” era riuscito il solo Di Michele sempre contro le vespe capane.
Foglio è il primo calciatore che di mestiere non fa l’attaccante ad andare in rete in questo campionato per la Reggina.
Gli amaranto,inoltre, sono riusciti a mettere la museruola a un Empoli che segnava il 46% dei suoi gol nella prima mezz’ora di gioco.
La Reggina, contro i toscani, è andata per la prima volta in vantaggio in questo campionato, dato che era andata sempre prima sotto.
Per una svista dell’arbitro Candussio non è stato accordato un gol a Gerardi che avrebbe potuto mettere fine allo strazio di non riuscire mai ad andare a bersaglio nelle prime frazioni di gioco.
Un tabù che si cercherà di sfatare nella prossima trasferta di Modena.