Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Crotone-Reggina, le pagelle di Strill.it – La Reggina

Crotone-Reggina, le pagelle di Strill.it – La Reggina

Benassi 6 – Non ha colpe sui gol. Il primo scaturisce da una conclusione
ravvicinata sgusciata da una selva di gambe; il secondo, invece, è un


capolavoro di Torromino.

Di Lorenzo 6 – Debuttare in un derby che può valere il dentro o fuori per il
proprio tecnico, non è mai facile, specie quando sei chiamato a sostituire una
colonna come Adejo. Si dimostra coraggioso e voglioso di mostrarsi, come quando
al diciottesimo della ripresa si avventa su un cross rischiando brutto contro
Gomis. Esce per far posto a Gerardi nel traffico finale. Dal 30’st Gerardi SV

Lucioni 5,5 – Non è puntualissimo nell’accorciare sul diretto avversario,
basta vedere lo spazio concesso a Torromino dalla difesa amaranto in occasione
del 2 a 0. Sugli sviluppi del corner che porta al primo gol si abbassa un po’,
permettendo a Ishak di addomesticare il pallone poi entrato in rete. Due,
piccole, pecche proprio in occasione delle marcature avversarie.

Ipsa 6 – Fa il suo compitino, cercando di limitare lateralmente la
pericolosità di un Crotone vivace, soprattutto dopo i gol.

Maicon 5,5 – Parte benino, ma nel secondo tempo, complice il calo anche
mentale dei suoi, comincia a sbagliare, collezionando una serie di errori che
vanno dalla palla stoppata male, al disimpegno errato, passando per la misura
perfettibile degli interventi. Bravo al 28′ quando non si fa ingannare da
Mazzotta, bloccando un pericoloso contropiede.

Dall’Oglio 6,5 – Il migliore dei suoi, a centrocampo. Vede la porta e limita
la pericolosità delle ripartente avversarie, nel primo tempo. Dall’8’st Cocco
5- non si vede.

Colucci 5 – Un po’ a vuoto nei ritmi e nei dettami di un centrocampo al quale,
stasera, necessitava il suo smalto. Al quinto della ripresa perde una palla
pericolosa in mezzo, che complica un po’ la vita a Di Lorenzo. Non azzecca la
misura dei passaggi dai calci da fermo: le punizioni sono o preda di Gomis o
della retroguardia rossoblù.

De Rose 5 – Una serie di piccoli errori che ne pregiudicano la prova, proprio
nella sera del suo rientro. In occasione del gol di Torromino è molle a
centrocampo. Cerca con caparbietà la conclusione, sbagliando però la misura.
Quando la squadra si allunga è costretto inevitabilmente al fallo tattico. una
prova da cancellare, ma ha le possibilità di rifarsi.

Foglio 5,5 – Si vede poco, da quel lato non gli concedono i giusti spazi.

Maza 6 – E’ evidente che ancora non abbia un ritmo partita soddisfacente. Si
inventa qualche giocata, ma non è decisivo. Dal 9’st Fischnaller 6,5 – Ci mette
una grossa dose di volontà, correndo e tagliando la trequarti in orizzontale
prima, in verticale poi. Spunto interessante al 27′, che però non porta a esiti
soddisfacenti.

Di Michele 5,5 – Cerca di caricarsi sulle spalle le paure dei propri compagni.
Saturo di responsabilità, il numero 10 amaranto si ostina a cercare il
dribbling e la giocata, ma quando viene raddoppiato da Del Prete è
anestetizzato a dovere.

Mister Atzori 4,5 – Doveva essere il giorno della svolta, ma la partita di
stasera è semplicemente lo specchio fedele della sua Reggina fin qui: tanta
volontà, ma un mix assassino di incertezze e sfortuna. Mostra che non ha più
nulla da perdere, inserendo praticamente tutti gli attaccanti a disposizione.
Da valutare se sarà ancora lui il trainer in occasione della sfida contro
l’Empoli.