Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / V.Lanciano-Reggina, le parole dei protagonisti. Foti: ”Salvo solo il risultato, serata da dimenticare”

V.Lanciano-Reggina, le parole dei protagonisti. Foti: ”Salvo solo il risultato, serata da dimenticare”

LILLO FOTI (PRESIDENTE REGGINA)

C’è stata superficialità da parte nostra. C’è poco da commentare, una giocata di Cocco ci ha permesso di ottenere un risultato positivo. L’unica cosa da tenere di questa serata c’è solo il risultato. Bisogna fare un esame attento. Nella ripresa abbiamo provato a metterli in difficoltà trovando pochi sbocchi anche con un altro atteggiamento. Dietro ci sono stati degli errori evitabili e davanti abbiamo sprecato con Fischnaller l’opportunità per pareggiare prima. Oggi tutti abbiamo visto e valutato, in settimana dovremo fare il punto della situazione per capire cosa vogliamo fare e dove  vogliamo andare. Il mercato? Oggi abbiamo fatto altri esami della situazione e cercheremo di fare altro che è nelle nostre possibilità.   In uscita? D’Alessandro va al Cuneo, Giosa al Como, Castiglia al Vicenza e aspettiamo di sistemare Alessio Viola al Barletta.

GIUSEPPE COLUCCI (CENTROCAMPISTA REGGINA)

Il mister era molto arrabbiato, sappiamo cosa ci aspetta questa settimana. Non si può prendere un gol così, abbiamo dimostrato carattere nel voler riprendere un risultato postiivo in questa partita.  Dobbiamo lavorare sui piccoli particolari. Dal campo non ho visto che eravamo in ritardo  di condizione rispetto a loro, perché nella ripresa li abbiamo chiusi e una squadra che non ne ha non riesce a farlo.

MASSIMILIANO BENASSI (PORTIERE REGGINA)

“Abbiamo visto la grande condizione fisica di questa squadra che è andata a riprendersi un punto da questa partita.  Il gol l’abbiamo preso per un errore, altrimenti non se ne subirebbero mai. Speriamo che sabato prossimo possiamo essere noi a far gol su errori degli altri. Sono venuto in una società molto importante nell’anno del centenario, c’è un grande allenatore, un motivatore e mi è bastato vedere il centro sportivo per innamorarmi della Reggina. Nello spogliatoio si parla solo di calcio”.

GIANLUCA ATZORI (ALLENATORE REGGINA)

“L’unica cosa positiva è che non abbiamo mollato fino alla fine. Questa non è la mia Reggina, non è la mia squadra e non siamo scesi in campo. Bisogna avere umiltà, essere gregari che vogliono raggiungere traguardi importanti. Smettiamola di illudere i nostri tifosi, perché vanno rispettati. E’ mancata l’attenzione che in Serie B non può mancare, abbiamo fatto dei regali che non riguardano il mio modo di vedere il calcio”.

FONTE: RADIO TOURING 104