Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina-Crotone, le parole dei protagonisti

Reggina-Crotone, le parole dei protagonisti

MASSIMO DRAGO (ALLENATORE CROTONE)

“Loro erano più cattivi nell’uno contro uno. A centrocampo avevamo qualità, ma poca fisicità e loro erano più pronti sotto questo punto di vista.  C’era più voglia da parte loro. Abbiamo dei ragazzi che devono maturare in fretta, perché devono affrontare degli avversari che sono più pronti”.

FEDERICO GERARDI (ATTACCANTE REGGINA)

“Il buongiorno si vede dal mattino? Ancora è solo calcio d’agosto, speriamo di continuare a far gol anche in partite più toste. Per adesso sono contento delle buone prestazioni sulla falsariga di quelle della passata stagione. Il mister ci massacra durante la settimana e poi durante la partita arriviamo prima degli altri sul pallone, vinciamo i contrasti, poi quando non ne abbiamo più ci cambia. La concorrenza non è un problema, perché nessuna prima punta in Serie B può fare 40 partite ad alto livello. Abbiamo ancora le gambe pesanti dal ritiro. Il nostro obiettivo è far bene, quello del mister vincere ogni partita, se ci riusciremo sempre evidentemente saremo in alto in classifica alla fine.

PAOLO BAIOCCO (PORTIERE REGGINA)

“Concorrenza?  Benassi è un bravissimo ragazzo, è una scelta della società di cui prendo atto e continuerò a lavorare per giocare.  Il mister punta molto sulla fase difensiva, allena la concentrazione e forse era questo che ci mancava l’anno scorso”.

GIANLUCA ATZORI (ALLENATORE REGGINA)

“Faccio i complimenti a tutti i miei ragazzi.  Non posso cullarmi sulla fase difensiva che funziona, anche se non posso negare che in queste due prime partite c’è stata attenzione.  Sono stato un difensore e se loro prendono i complimenti si siedono, quindi evitiamo e diciamo, però, che i primi difensori siano gli attaccanti.  Questa gara ci ha permesso di migliorare la condizione fisica, ho detto ai ragazzi di godersi questa vittoria e di cercare di capire come l’abbiamo ottenuta. Attualmente il nostro segreto è il nostro lavoro settimanale, ma abbiamo molto da lavorare.  Per caratteristiche il nostro regista è Beppe Colucci, ma se ce lo marcano a uomo è l’altro centrocampista a dover agire da play.  Ciccio De Rose sta migliorando, ma lo vedo combattivo e per questo posso concedergli di sbagliare, perché in questa squadra vedo un gruppo che ha voglia di ottenere qualcosa. Voglio direi grazie ai nostri tifosi perché vedere più di tremila persone allo stadio mi ha fatto piacere e avergli regalato un sorriso è stato gratificante, vederli carichi non può che farci piacere. E’ la prestazione dei ragazzi ad averli fatti felici, oggi avevo chiesto loro il giusto atteggiamento e questo deve essere la nostra base. Ogni sabato vivremo una battaglia e se non molliamo potremo portare sempre a casa qualcosina”.