Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Vicenza-Reggina, le parole dei protagonisti. Foti: ”Adesso il centenario, vogliamo riempire di gioia i cuori amaranto”

Vicenza-Reggina, le parole dei protagonisti. Foti: ”Adesso il centenario, vogliamo riempire di gioia i cuori amaranto”

Fonte: Radio Touring 104

Giacchetta: Baiocco ha salvato il risultato con una parata decisiva, in un attimo poteva cambiare la stagione. Nonostante le sofferenze e le difficoltà, credo si tratti di una salvezza meritata.Se riparto con la Reggina? Si l’aereo partirà tra poco. Scherzi a parte credo continuerà la mia esperienza in questa società

Adejo: “Siamo davvero contenti per questa salvezza, ci voleva. Dedico il raggiungimento dell’obiettivo alla mia famiglia e alla piccola Ester. Oggi ce l’abbiamo messa tutta, i nostri sforzi sono stati premiati. Godiamoci questa salvezza, un mese fa sembrava molto complicato raggiungerla .”

Foti: “Dispiace di aver assistito al dramma sportivo del Vicenza, è una città che merita di tornare al più presto in alto. Noi festeggiamo e guardiamo al futuro con grande fiducia, è stato un anno davvero difficile, pieno di problemi. Alla fine però rimane questo sigillo, la cosa più importante è mantenere la categoria. Adesso penso al prossimo centenario, voglio riempire di gioia i cuori dei tifosi amaranto”.

Campagnacci: “Sapevamo che c’era da soffrire sino all’ultimo secondo, fortunatamente Baiocco ci ha salvato con una grande parata. Ho sofferto doppiamente in questo campionato, volevo dare il mio contributo ma gli infortuni mi impedivano di farlo.”

Baiocco: “Sono felice, anche per la parata che ci ha regalato la salvezza. Il mio campionato? Forse all’inizio ho patito il salto di categoria, poi è andata meglio. Il futuro? Ho altri due anni di contratto, non avrei problemi a rimanere in amaranto”.

Pillon: “I ragazzi sono stati bravi, abbiamo sofferto ma senza concedere troppo ai nostri avversari. La svolta della stagione è arrivata a Cittadella, da li è cambiato tutto. Il mio futuro? Ci devo pensare, parleremo con calma con il presidente Foti. Il compito più duro? Convincere i ragazzi a credere nelle proprie possibilità“.