Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Amoruso saluta: ”Non è un addio, Reggio è casa mia”

Notice: Trying to get property of non-object in /var/www/vhosts/sport.strill.it/httpdocs/wp-content/themes/sahifa/framework/parts/post-head.php on line 73

Reggina, Amoruso saluta: ”Non è un addio, Reggio è casa mia”

amoruso_reggina_2013

Dopo due anni da dirigente, Nicola Amoruso

saluta per la seconda volta la Reggina, squadra con cui ha scritto pagine storiche. L’ex attaccante, capitano e responsabile del settore giovanile della società amaranto va a fare il direttore sportivo al Palermo e ha voluto usare il sito ufficiale per manifestare il suo affetto verso i tifosi, la città, il presidente Foti e la società. “Siamo ai saluti ma, voglio chiarirlo subito, il mio – si legge – non è un addio. Il mio legame con questa realtà non si è mai interrotto, vive ancora oggi, sarà custodito dal tempo.La Reggina per me non è mai appartenuta, e mai lo farà, alla sfera strettamente professionale: quelle amaranto sono le pagine più intense e vibranti del mio album dei ricordi. Quelli più cari, di cui vado fiero e sono orgogliosamente geloso.Questa maglia, da calciatore, è stata quella che ho vestito con maggiore gratificazione, identificandomi, sentendomi partecipe e protagonista dei sentimenti di una città e un club. Da dirigente, poi, in questi due anni ho dato tutto me stesso per rendermi utile ad una causa che sento mia. Al Presidente Foti, straordinario uomo di calcio, primo tifoso della Reggina, va il mio ringraziamento più sincero per la fiducia che mi ha sempre accordato, per il rapporto di reciproca stima che ci lega e mi onora. Il calciatore, il professionista, l’uomo Nicola Amoruso gli saranno sempre grati. Abbraccio i tifosi, tutta la comunità amaranto, la città di Reggio Calabria che mi ha accolto facendomi sentire sempre, fin dal primo istante, parte di un insieme. Porterò con me ogni singolo istante di questa straordinaria, unica, invidiabile esperienza.La passione continua: Reggio e la Reggina resteranno sempre casa mia”.