Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio, Serie B – Cittadella-Reggina, le parole dei protagonisti. Pillon: ”Non abbiamo fatto ancora nulla”

Calcio, Serie B – Cittadella-Reggina, le parole dei protagonisti. Pillon: ”Non abbiamo fatto ancora nulla”

Fonte: Radio Touring 104

Giacchetta: “La partita è cambiata nell’Intervallo abbiamo messo tutto quello che avevamo, certe partite si vincono anche con il cuore e fra i mille difetti il cuore a questa squadra non difetta. Nonostante l’inizio negativo è venuto fuori il dna della Reggina e nelle ultime due gare è necessario metterlo in campo.

Il problema fino ad oggi siamo stati sempre noi. La serie B da sempre opportunità e non riuscivamo ad approfittare. Non abbiamo fatto niente ma Grosseto per noi sarà come una finale”.

Foti: “Era importante venire fuori, fare risultato l’abbiamo certa alto con grande determinazione dopo un primo tempo in cui eravamo abbastanza distratti. È venuto fuori il cuore, l’orgoglio, sembra essere tornati al passato quando si soffriva fino all’ultimo secondo per poi esplodere di gioia. L’importante adesso è chiudere al meglio questa strana stagione con poche gioie e poi penseremo a programmare con tranquillità, godiamoci questo momento di gioia”. 

Bergamelli: “Abbiamo trovato la svolta durante l’intervallo. Abbiamo saputo dello 0-5 del Vicenza, poi sono entrati il presidente e il mister a parlarci e qualcosa è scattato. Abbiamo trovato una vittoria fondamentale.

E’ stata un’annata storta. Di certo, se abbiamo solo 45 punti, qualche limite lo abbiamo. Ma il carattere e il cuore, non sono mai mancati”.

Pillon: È stato importante aver vinto questa partita con il cuore e con l’orgoglio. Nel secondo tempo molto bene abbiamo cardato il goal e ci portiamo a casa questa vittoria. I cambi a volte si azzeccano a volte no, spetta a chi va in campo ripagare la fiducia e Campagnacci è stato molto bravo. Grande risposta di carattere ma non abbiamo fatto ancora nulla”.

Gerardi: “Meritavamo di vincere, abbiamo dato tutto. Eravamo un po’ contratti perché la paura c’era. Nel secondo tempo siamo entrati senza vincoli mentali ed è andata bene”.

Colucci: “Questa è la vittoria del gruppo e anche grazie al discorso del presidente a fine primo tempo ci siamo caricati alla grande. Il secondo tempo è stato totalmente diverso rispetto all’inizio. Vittoria importante ora ci prepariamo al meglio per la sfida con il Grosseto che non ci farà sconti”. 

Di Michele: “Negli spogliatoi ci siamo guardati in faccia ci siamo etti quello che dovevamo dirci e siamo entrati in campo senza paura, la sfuriata del presidente ha fatto bene e siamo tornati in campo cattivi. In questo momento bisogna pensare alla squadra ho visto Gerardi posizionato meglio e l’ho servito. Quando giochiamo come oggi non c’è ne per nessuno”.