Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio, Serie B: Varese-Reggina 3-0, crollano gli amaranto. Col Bari sfida fondamentale

Calcio, Serie B: Varese-Reggina 3-0, crollano gli amaranto. Col Bari sfida fondamentale

neto_pereira
di Pasquale De Marte – In un’ipotetica tabella, di quelle che gli allenatori vedono come il fumo negli occhi, nella casella relativa alla trasferta di Varese forse la Reggina lo zero l’aveva già

messo, quasi come fosse un incidente di percorso già programmato nel progetto salvezza.

Un ragionamento sbagliato, ma forse non del tutto improponibile se dovesse servire a non far drammi per un ko che torna a rendere pesante la situazione di classifica.
Oggi gli amaranto, caduti sotto i colpi di Neto Pereira, Troest e Kone, disputerebbero i playout da quartultimi, dopo aver assaporato per qualche giorno l’aria pura della zona tranquillità.  Col Bari (venerdì al Granillo) sarà di fondamentale importanza fare risultato.
A Varese c’è solo da incassare una sconfitta in cui tornano ad emergere propotentemente i limiti strutturali di una squadra acerba al cospetto di una che, pur non avendo mai entusiasmato, dà l’idea di avere ben altro spessore
Un successo largo e meritato per la formazione di Castori, per larghi tratti incosistente la prova degli amaranto. L’uomo in meno (espulso Bergamelli) per gran parte del secondo tempo non giustifica la poca propositività dei primi quarantacinque minuti degli ospiti.
PREMESSE – Il ‘Franco Ossola’ ha regalato soprattutto dispiaceri alla Reggina negli ultimi anni. L’avversario è più ostico che mai, soprattutto per le motivazioni che ha chi insegue disperatamente un posto nei playoff.  Le stesse, o forse superiori, che dovrebbero animare chi spera di scongiurare una vera e propria sciagura come la retrocessione in Lega Pro.
Dopo due vittorie consecutive Pillon sa di avere intrapreso la strada giusta e conferma la formazione che ha espugnato Ascoli e battuto la Juve Stabia. L’unica variazione è forzata: c’è Armellino al posto dello squalificato Hetemaj.
AVVIO – La partenza dei padroni di casa è sprint, ma una Reggina attenta e corta non fa troppa fatica a contenere inizialmente la  manovra della squadra di Castori.  Le note positive per i calabresi finiranno qui.
Le occasioni migliori, però, sono comunque per i lombardi.  Ely salva su Neto Pereira, abile a liberarsi al tiro da posizione favorevole.  E’ l’unica vera palla gol della partita prima della rete che spezza l’equilibrio al 29′.
NETO GOL – E’ proprio il brasiliano varesino a firmare la realizzazione con un perfetto colpo di testa, sfruttando un cross di Oduamadi e una pessima interpretazione del posizionamento difensivo della retroguardia ospite, molto morbida anche nell’accorciare sul nigeriano.
Un altro episodio  rischia di mandare ko definitivamente la Reggina già  in avvio di ripresa:  un traversone velleitario di Neto Pereira, deviato accidentalmente da Bergamelli, finisce la sua corsa sul palo.
SPROFONDO AMARANTO – Il duello tra i due si ripete dopo qualche minuto: il difensore reggino, già ammonito, trattiene  ingenuamente  l’avversario al limite dell’area e riceve il secondo giallo. Sulla punizione seguente Ebagua scarica un bolide che si stampa sull’incrocio.
Il secondo legno colpito dagli avversari, l’inferiorità numerica e una prestazione quasi inesistente in fase offensiva sfiduciano una Reggina non apparsa all’altezza della situazione.
E’ Troest a siglare il raddoppio lombardo , al 67′. In occasione di un corner il difensore danese svetta, approfittando ancora della magnanima copertura difensiva reggina, e la palla, colpita di testa,  va in rete dopo aver colpito il palo interno.
C’è anche il tempo per una bella parata di Baiocco e, soprattutto per il tris, ancora un colpo di testa, stavolta di Kone all’87’.
VARESE-REGGINA 3-0 IL TABELLINO
VARESE (4-4-2): Bastianoni; Pucino (81′ Struna), Troest, Rea, Lazaar; Ferreira Pinto, Filipe (72′ Kone), Corti, Oduamadi; Neto Pereira (76′ Martinetti), Ebagua. A disp. Milan, Scapuzzi, Tripoli, Marino. All. Castori.
REGGINA (3-5-2): Baiocco; Adejo, Ely, Bergamelli; Antonazzo, Armellino, Colucci (48′ Sarno), Barillà, Rizzato; Di Michele (73′ D’Alessandro), Comi (78′ Gerardi). A disp. Facchin, Di Bari, Bombagi, Campagnacci. All. Pillon.
RETI: 29′ Neto Pereira, 66′ Troest, 87′ Kone.
ARBITRO: Cervellera di Taranto.
AMMONITI: Bergamelli, Martinetti.
ESPULSO: al 51′ Bergamelli (R) Recupero 1′-3′.