Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio, Serie B – La Reggina rimonta la Juve Stabia e vince (2-1). Seconda vittoria consecutiva per gli amaranto

Calcio, Serie B – La Reggina rimonta la Juve Stabia e vince (2-1). Seconda vittoria consecutiva per gli amaranto

dionigi-striscione
di Pasquale De Marte – Due firme d’autore per il secondo successo consecutivo della Reggina.  Il nuovo che avanza, Gianmario Comi, e chi,invece,

la storia l’ha già fatta e vuole continuare a farla, David Di Michele.
Il duo offensivo regala tre punti agli amaranto che risalgono posizioni in classifica e si assestano fuori dalla zona retrocessione.
Ancora una vittoria in rimonta, piacevole abitudine non persa con  il cambio di allenatore (nella foto lo striscione dedicato a Dionigi dalla curva).
SCELTE – Per dar seguito al colpo di Ascoli, Bepi Pillon nella sua prima uscita al Granillo, dopo il ritorno sulla panchina amaranto, sceglie di confermare l’undici che ha espugnato il Del Duca.  Davanti c’è una Juve Stabia mutilata dalle assenze: fuori, tra gli altri, i due difensori centrali Murolo e il reggino Figliomeni, squalificato. Out anche Caserta, anche lui costretto a saltare la gara di “casa”.
SUBITO IN SALITA – Il vento che soffia forte sullo Stretto non agevola il compito delle due squadre, soprattutto i due portieri spesso non sembrano in grado di leggere nel migliore dei modi traiettorie che, in condizioni normali, sarebbero semplici da battezzare.
La posta in palio è alta soprattutto per la Reggina, vista la posizione in classifica.  Gli amaranto sono un pò frenetici nelle giocate e non riescono inizialmente a dar fastidio agli ospiti, apparsi attenti e ben disposti in campo.
Sono proprio i campani a passare in vantaggio dopo tredici  minuti. Corner di Zito, c’è una sospetta carica su Baiocco in uscita, l’arbitro non fischia e Mezavilla piazza la zampata vincente, deviando una conclusione di Improta.
CAMBIO TATTICO E PARI – Qualcosa non va, Pillon decide di cambiare lo schieramento tattico a gara in corso: stop alla difesa a tre e passaggio al 4-4-2.
Il riscontro è quasi immediato. Punizione di Barillà, respinta di Nocchi su cui si avventa Colucci che, di testa, serve Antonazzo sul secondo palo. Il tocco è vincente, ma la posizione irregolare e il gol annullato.
La matassa da sbrogliare appare assai intricata per gli amaranto, ma al 38′ arriva il quarto centro in meno di una settimana di David Di Michele.  L’attaccante riceve in area,  proprio da Antonazzo, e non sbaglia davanti al portiere.
Nella ripresa la Reggina non dà l’impressione di poter andare a caccia dei tre punti, perchè gli ospiti rinvigoriti dagli innesti di Agyei e Jidayi  partono forte.
LO SQUILLO DEL CENTRAVANTI – Al 64′ Comi, in procinto di lasciare il posto a Gerardi, porta in vantaggio i suoi. Il centravanti svetta tra le maglie campane e va a segno con un bellissimo colpo di testa che si insacca sotto l’incrocio .
E’ l’episodio decisivo  che risolve una gara assai complicata, come gli ultimi minuti testimoniano.
Ballano gli amaranto in difesa, ma con un pò di fortuna resistono.  Jidayi, solo in area, si divora un gol da pochi passi, mentre poco dopo Acosty insacca a porta vuota, ma stavolta Giancola fischia un fallo piuttosto evidente su Baiocco, facendo tirare un sospiro di sollievo allo stadio.

REGGINA-JUVE STABIA 2-1, IL TABELLINO

REGGINA (3-4-1-2): Baiocco; Adejo, Ely, Bergamelli; Antonazzo, Hetemaj, Barillà, Rizzato; Colucci (66’ Armellino); Di Michele (88′ Di Bari), Comi (79′ Gerardi). A disp. Facchin, D’Alessandro, Bombagi, Sarno. All. Pillon.

JUVE STABIA (4-3-3): Nocchi; Baldanzeddu, Scognamiglio, Martinelli, Dicuonzo; Mezavilla (45’ Jidayi), Doninelli; Acosty, Improta (45’ Agyei), Zito (66’ Cellini); Verdi. A disp. Seculin, Suciu, Ogolong, Favetta. All. Braglia.

ARBITRO: Giancola di Vasto.

AMMONITI: Hetemaj (R), Verdi (J), Colucci (R), Zito (J), Di Michele (R), Dicuonzo (J).

RETI: 12’ Mezavilla (J), 38’ Di Michele (R), 63’ Comi (R).

NOTE: recupero 0’-4′; spettatori paganti 482, spettatori abbonati 2890, spettatori totali 3372; incasso biglietti 6595 euro, incasso abbonati 11421.50, incasso otale 18016.50.