Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio, Serie B – Reggina-Padova 2-1, Gerardi e Di Michele rimontano il Padova

Calcio, Serie B – Reggina-Padova 2-1, Gerardi e Di Michele rimontano il Padova

di Pasquale De Marte – Ancora una rimonta, stavolta vincente.  Dopo tre pareggi consecutivi la Reggina ritrova la vittoria che, complice anche la

pausa invernale, mancava dal 26 dicembre.
Quarto risultato utile consecutivo, una sconfitta nelle ultime sette partite, ancora imbattuta nel 2013.   I numeri del momento sorridono alla formazione amaranto, ma c’è ancora tanto da fare.
La classifica è lontana dal regalare tranquillità, si può fare ancora qualcosa di più sul piano del gioco, ma adesso è possibile guardare al futuro immediato con maggiore fiducia.
LE SCELTE – Dionigi recupera Colucci e ripropone l’ex pescarese in cabina di regia.  Il contributo del centrocampista foggiano è tangibile, soprattutto quando c’è da aprire  il gioco o cercare Di Michele tra le linee.
In fase offensiva si cercano gli inserimenti dei centrocampisti e sull’interno destro viene scelto Bombagi, provato davanti alla difesa a Modena, nell’ormai consueto 3-5-2.
Colomba, dopo una settimana non facile per via delle dichiarazioni del presidente Cestaro, sceglie la via del cambiamento, perchè sei punti nelle ultime sei partite sono un ruolino che non può permettersi una squadra che punta ai playoff.
Proprio al tecnico bolognese, grande ex della sfida, il Granillo regala un’ovazione e uno striscione che saluta lui ed Emiliano Bonazzoli, assente per infortunio.
Fuori Farias, addiritura tribuna per Raimondi.  A centrocampo c’è spazio per la qualità di Viviani che affianca quella di Iori  e alla fine i biancoscudati optano per il 4-4-2.
AVVIO BIANCOSCUDATO, OCCASIONI AMARANTO – La posta in palio è alta, ma l’avvio dei veneti è più convinto di quello dei padroni di casa.  Gli ospiti  non sfruttano  la superiorità numerica sugli esterni e preferiscono l’attacco alla porta di Baiocco attraverso le intasate vie centrali.  Il predominio territoriale è sterile e serve solo a suscitare un pò di disapprovazione del pubblico, che teme il peggio quando il portiere svirgola un pallone in uscita  e gli avversari rischiano di approfittarne a porta sguarnita.
Ma i tiri in porta più pericolosi sono degli amaranto che vengono fuori dal guscio con il passare dei minuti.  Viviani salva sulla linea un colpo di testa di Comi, poi è il portiere Silvestri a chiudere la saracinesca su un violento tentativo dal limite dell’attaccante.
Ad inizio ripresa la Reggina, ancora con il centravanti imbeccato da Rizzato a due passi dalla porta, non trova il modo di passare, grazie alla decisiva azione di disturbo di Legati.
Gli ospiti pareggiano il conto delle occasioni clamorose mancando la realizzazone con un clamoroso liscio di Rispoli con tutto lo specchio aperto dal cuore dell’area di rigore.
LA RIMONTA – Che l’esterno destro non sia un bomber lo si capisce anche al 59′ quando dopo uno scambio con Babacar, Iori lo mette davanti a Baiocco, la prima conclusione è centrale e il portiere può respingere, sulla ribattuta però deve solo spingere la palla in rete. Rivedibile, ancora una volta, il piazzamento iniziale e la reattività del pacchetto arretrato amaranto.
Poi arriva lui, l’uomo che aveva il difetto di segnare poco. Al 62′ Dionigi richiama Comi e inserisce Gerardi, l’eroe del 92′ a Modena.  Dopo neanche un minuto raccoglie un cross di Rizzato e di testa firma il pareggio.
La Reggina ci crede. Silvestri è protagonista di un parata prodigiosa su un’acrobazia di Di Michele, poi l’arbitra fischia un rigore per un  “mani” in area di Babacar. Dal dischetto si presenta proprio il numero nove che non fallisce. Al 78′ la Reggina è avanti e senza neanche soffrire troppo porta a casa tre punti preziosissimi.
REGGINA-PADOVA 2-1, IL TABELLINO
REGGINA (3-5-2): Baiocco; Adejo, Ely, Di Bari; Antonazzo, Bombagi (68′ Hetemaj), Colucci (85′ D’Alessandro), Barillà, Rizzato; Comi (62′ Gerardi), Di Michele. A disposizione: Facchin, FreddiCampagnacci, Fischnaller, D’Alessandro. All.Dionigi
PADOVA (4-4-2) Silvestri;  Piccinni, Legati, Cionek, Rispoli;  Jelenic (75′ Gallozzi),  Viviani (68′ De Feudis), Iori,Renzetti (80′ Vantaggiato);  Babacar, Cutolo. A disp: Calderoni, Farias, De Vitis, Dellafiore. All. Colomba.
Note: 192 spettatori paganti, 2700, euro di incasso biglietti.  2890 spettatori abbonati, 3082 spettatori totali.
Ammoniti: Viviani, Babacar, Rispoli
Marcatori: 59′ Rispoli (P), 63′ Gerardi (R),  78′ Di Michele rig. (R).
Recupero: 2′, 3′.