Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio, Serie B: Pro Vercelli – Reggina 0-0, pareggio amaro per gli amaranto

Calcio, Serie B: Pro Vercelli – Reggina 0-0, pareggio amaro per gli amaranto

tifosi_reggina_vercelli
di Pasquale De Marte- Un punto in trasferta spesso è un risultato a cui guardare con soddisfazione.  Un pò meno forse quello ottenuto dalla Reggina

a Vercelli, soprattutto se si considera che c’è da dire grazie al portiere Baiocco per non aver subito una sconfitta che probabilmente non sarebbe stata meritata, ma neanche scandalosa al cospetto della penultima forza del torneo, apparsa tutt’altro che irresistibile o dotata di eccellenze di qualsivoglia tipo.

A rendere più amara la giornata arrivano i risultati delle altre che riportano gli amaranto nel cuore del gruppo delle squadre che lottano per non retrocedere, grazie alle contemporanee vittorie di Crotone, Novara e Lanciano contro formazioni in lotta per posizioni di vertice come Sassuolo, Empoli e Modena.
Ma il campionato è lungo e, probabilmente, basterà trovare la quadratura del cerchio con i nuovi arrivi per centrare l’obiettivo salvezza.
NOVITA’ – Il 2013 della Reggina riparte da Vercelli. Gli amaranto sfoderano sin dal primo minuto due prezzi pregiati che il mercato di gennaio ha regalato a Dionigi, cioè Colucci e Di Michele.
L’iniezione di qualità degli ultimi innesti risulta evidente, tanto che per almeno mezz’ora sono gli amaranto ad avere il pallino del gioco, senza però trovare mai lo spunto per pungere con decisione verso la porta difesa da Valentini.
La formazione dello Stretto ha qualcosa in più sul piano tecnico, i piemontesi non esitano ad usare le cattive per arginare gli avversari, al punto che una brutta entrata di Cristiano mette ko Lucioni dopo ventitrè minuti. Al suo posto Di Bari.
Ma non resterà l’unica, perchè saranno svariati gli interventi fallosi fin troppo decisi della squadra di Braghin, vogliosa di dare tutto per rendere meno drammatica la propria situazione di classifica.
Erpen sembra avere il potenziale per dare qualcosa in più, Tiribocchi l’uomo a cui ci si affida per la finalizzazione della manovra, sebbene le attenzioni di Freddi nei confronti dell’ex centravanti dell’Atalanta si rivelino piuttosto efficaci.
Poche, pochissime le occasioni da rete.  Il tandem composto da Di Michele e Campagnacci, con la punta di peso, nonchè capocannoniere della squadra, Comi in panchina, confeziona un’unica palla gol che porta l’attaccante umbro alla conclusione: bravo il portiere di casa a deviare in angolo un tiro insidioso.
Per il momento non convince l’idea di rinunciare a un vero centravanti, soprattutto se è quello che vede di più la porta in squadra.
INVERSIONE DI TENDENZA – Negli ultimi dieci minuti della prima frazione la Pro Vercelli mette la testa fuori e sfiora il vantaggio con Erpen, il cui esterno destro finisce alto sopra la traversa su cross di Cristiano.
Nella prima parte della ripresa l’inerzia resta favorevole alla formazone di Braghin, prima di un’altra fase in cui sono l’imprecisione e forse la stanchezza a  farla da padrone.
Dionigi prosegue sulla strada del duo offensivo leggero e sceglie Fischnaller al posto di Campagnacci.
Rizzato ci prova dalla distanza, ma il suo tiro trova la puntuale deviazione di Valentini.
CALO – Il portiere che però si prende la copertina di giornata è Paolo Baiocco. l’estremo difensore amaranto salva una conclusione a botta sicura di Tiribocchi, abile, per una volta, a liberarsi della marcatura di Freddi.
Una pericolosa conclusione di Scavone dalla distanza che sfiora il palo è l’ennesimo campanello d’allarme che certifica il vistoso calo fisico della squadra di Dionigi nella fase finale del match.  E con un pò di sofferenza la Reggina torna sullo Stretto con un punto.
PRO VERCELLI-REGGINA 0-0, IL TABELLINO

PRO VERCELLI (4-4-2): Valentini; Modolo, Abbate, Borghese, Sini; Erpen (87′ De Paula), Scavone, Rosso, Cristiano (84′ Germano); Iemmello (74′ De Silvestro), Tiribocchi. A disp. Miranda, Filkor, Espinal, Scaglia. All. Braghin.

REGGINA (3-5-2): Baiocco; Adejo, Freddi, Lucioni (22′ Di Bari); D’Alessandro, Armellino, Colucci, Barillà, Rizzato; Campagnacci (63′ Fischnaller), Di Michele (83′ Comi)).A disp. Facchin, Antonazzo, Hetemaj, Bombagi. All. Dionigi.

ARBITRO: Di Paolo di Avezzano.

AMMONITI: Borghese (P), Cristiano (P), Modolo (P), Iemmello (P), Scavone (P), Rizzato (R), Rosso (P).

Recupero 2′-3′.