Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio, Serie B – Reggina-Empoli, le parole dei protagonisti

Calcio, Serie B – Reggina-Empoli, le parole dei protagonisti

IVAN CASTIGLIA (CENTROCAMPISTA REGGINA)
“Risultato bugiardo, nel primo tempo potevamo essere in pareggio  o addirittura in svantaggio. Nella ripresa sono stati cinici nel fare due tiri, due gol.  L’Empoli è quinto, non è una squadra scarsa anche se ha qualche problema in difesa.  Dovevo stare in marcatura su un uomo di qualità come Signorelli, ma è andata così”.
DAVIDE DIONIGI (ALLENATORE REGGINA)
“Mi dispiace chiudere l’anno così. Eravamo partiti bene, siamo andati sotto per un’ingenuità. La difesa non mi è piaciuta soprattutto nel secondo tempo. Abbiamo subito i loro contropiede con le tre punte  e quella è la loro arma migliore.  Chiudiamo un ciclo fatto di alti e bassi, riordiniamo le idee. Rifare la stessa formazione, perchè Bombagi inizialmente ha fatto molto bene e Fischnaller mi è piaciuto. Con o senza riforzi siamo destinati a lottare, siamo vigili sul mercato, ma si rafforzerano tutte non solo noi. Guardo al calciomercato con fiducia”.
MAURIZIO SARRI (ALLENATORE  EMPOLI)
“Siamo stati fortunati a resistere al buon inizio della Reggina, ma abbiamo pagato psicologicamente il gol subito contro il Verona al 95′, dopo aver dominato la partita.
Dopo il vantaggio siamo  riusciti, soprattutto nel secondo tempo, a far bene possesso palla e là la partita è finita. Nelle prime gare facevamo fatica perchè non avevamo recuperato gente come Maccarone, Croce e Pratali e anche Saponara è stato fuori. La svolta è stata la mia conferma quando tutto sembrava presupporre l’esonero. Obiettivo? 50 punti, abbiamo voglia di stupire ma oggi in campo c’erano otto giocatori che hanno fatto i playout l’anno scorso”.