Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio, Serie B – Reggina-Vicenza, le pagelle di Strill.it

Calcio, Serie B – Reggina-Vicenza, le pagelle di Strill.it

di Danilo Santoro – BAIOCCO 6 – Non subisce gol ma le occasioni per far male il Vicenza le crea. La traversa di Castiglia, la sforbiciata di Martinelli, nonostante tutto riesce a mantenere inviolata la porta per la seconda volta consecutivamente.

ADEJO 6,5 – Ottima prestazione di tutta la difesa. I tre dietro costruiscono una diga e Adejo non si tira indietro sfoggiando una grande prestazione.

LUCIONI 6,5 – Come sopra, sempre puntuale e preciso nelle chiusure, si propone anche in proiezione offensiva e non dispiace.

FREDDI 6,5 – Il migliore dei tre dietro. Non sbaglia un colpo diventando l’incubo degli avanti vicentini.

MELARA 5 – Esterno destro cercasi. L’alternanza con D’Alessandro non aiuta nessuno e la fascia destra latita. Melara sembra un lontano parente di quello visto qualche mese fa, questo ruolo è un problema e la società la sa.

Dal 77′ RIZZO 6 – Entra e lotta per la causa dando una grossa mano al centrocampo nel momento del bisogno.

ARMELLINO 6 – Lavoro sporco quello del centrocampista amaranto. Si da un gran da fare  anche se sulla catena di destra con Melara non brilla.

CASTIGLIA 7 – Prova di sostanza, rientrato titolare in casa si fa trovare pronto, corre in lungo ed in largo per 90 minuti prima di uscire stremato per crampi.

Dal 90′ CAMPAGNACCI sv

BARILLÀ 6,5 – Il solito cuore amaranto. Si spende in attacco ed in difesa, gioca fuori ruolo quando viene spostato sull’esterno destro ma il risultato è lo stesso.

RIZZATO 6 – Il capitano aveva predicato rabbia e sono arrivato 6 punti in due partite. Il duo Rizzato – Barillà sulla sinistra garantisce quantità e qualità e da quel lato difatti arrivano le azioni più pericolose.

SARNO 5,5 – Ancora una volta il fantasista amaranto viene impiegato da seconda punta, ruolo non suo e si vede. Non è il solito, funambolico Sarno. Si dà molto da fare ma non riesce a dare la scintilla.

Dal 58′ CERAVOLO 7 – Il migliore in campo. E non solo per il gol. Nella sola mezz’ora a disposizione segna un grandissimo gol, fa salire la squadra e l’intesa con Comi è perfetta.

COMI 6,5 – Non segna ma fa un gran lavoro. Prende un sacco di fallì facendo rifiatare i suoi lottando con grande cuore.

DIONIGI 6 – Non ti curar di loro ma guarda e passa. Questa frase di dantiana memoria potrebbe riassumere lo stato d’animo del mister. I fischi alla sostituzione di Sarno sono stati zittiti quando il subentrato Ceravolo trova il gol vittoria. Ripropone il 3-5-2 con Castiglia in mezzo al campo. La gara non è entusiasmante ma finalmente gli episodi girano bene e con il minimo sforzo riesce a guadagnare 6 punti in due gare.