Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio, Serie B: Cesena-Reggina, le pagelle di Strill.it

Calcio, Serie B: Cesena-Reggina, le pagelle di Strill.it

BAIOCCO   6,5 – Non può nulla sul colpo di testa di Comotto, sicuro nel resto della gara. A tempo scaduto salva il risultato con una grande parata sulla violenta conclusione di Succi da calcio piazzato mandando la palla sul palo.
ADEJO  6,5 Si conferma  uno dei migliori anche al ‘Mannuzzi’.
ELY  6 Soffre inizialmente i guizzi di Graffiedi e rimedia un cartellino giallo.  Sulla fine del primo tempo salva una situazione pericolosa allontanando un cross di D’Alessandro dalla destra destinato  ad essere, forse, spinto in rete dagli attaccanti avversari.
DI BARI  5,5 Non riesce ad arginare lo stacco aereo di Comotto in occasione del gol romagnolo. Qualche problema di troppo nell’arginare Defrel.  Ammonito e diffidato, salterà il prossimo turno di campionato. Gli viene annulato un gol per fuorigioco.
MELARA  5,5 In difficoltà quando attaccato da D’Alessandro, anche in fase offensiva le scelte come quella dei cross alti per gli sguscianti attaccanti amaranto o qualche imprecisione suggeriscono come la sua non sia certo una grande giornata.
RIZZO 5 – In campo per meno di un’ora senza incidere , Dionigi lo sostiuisce temendo un secondo cartellino giallo in una fase critica del match.
(57′ ARMELLINO 6 – Buon impatto sulla gara, va vicino al gol e arriva sempre prima degli avversari sui palloni vaganti )
BARILLA’  6 – Nel primo tempo dopo un ottimo inserimento non sceglie la soluzione migliore al momento di finalizzare davanti alla porta avversaria, probabilmente perchè messo in difficoltà da uno strano rimbalzo del pallone sul terreno di gioco. Ci prova dall a distanza e trova il buon
RIZZATO  6 – Dopo la gara con il Livorno, con il freno a mano tirato forse per scelta tattica, torna a spingere sulla sinistra con costanza fino al novantesimo, non sempre con la giusta qualità nelle giocate.  Propone un servizio interessante che porta al palo di Ceravolo.
BOMBAGI  5 –  Si vede poco nello sviluppo del gioco se non dopo pochi minuti con un suggerimento in profondità per Fischnaller, ci prova dalla distanza senza fortuna. Il lavoro da fare in fase di non possesso non lo agevola.
(53′ SARNO 6,5 – Raramente tocca una palla in modo banale, anche se capita che la giocata non gli riesca. Dal suo sinistro parte il corner che permette a Comi di andare a bersaglio. )
FISCHNALLER 5,5 – Meglio quando cerca i compagni con i tocchi in profondità che vicino alla porta, dove ci arriva sempre con poca lucidità.
(69′ COMI 7 – Entra in campo con la testa giusta, buttandosi su ogni pallone, facendo a sportellate con i difensori e non avendo paura di nessuno. Il gol è quasi una logica conseguenza. )
CERAVOLO 6 – Non fortunato quando, alla prima vera occasione, coglie in palo con un buon inserimento sul primo palo.  A volte è protagonista di una discutibile gestione del pallone, ma è ormai chiaro come con Sarno e Comi, in questo momento, componga il tridente offensivo che può dare maggiori garanzie a Dionigi.
DIONIGI 6 – La Reggina di oggi non è ancora tatticamente quella che suscitava ottimismo ad inizio campionato. Il ruolo di Bombagi non è ancora quello che era del trequartista sardo o di Sarno , ma una prima idea di riportare un uomo tra le linee avversarie è un primo passo per abbandonare l’idea di calcio difensivista che ha accompagnato la squadra nelle ultime settimane, senza neanche troppo profitto.  Dopo dieci partite è evidente come sia il momento di puntare su Comi. Punti a favore del tecnico restano lo spirito della squadra e la voglia di battersi per la maglia fino al novantesimo.  Sbagliare è stato umano fino ad ora, perseverare in scelte cervellotiche sarebbe più che diabolico.