Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina, Dionigi: ”Cerchiamo la vittoria. Livorno attacco più forte del campionato’

Reggina, Dionigi: ”Cerchiamo la vittoria. Livorno attacco più forte del campionato’

dionigi_20121
Davide Dionigi, alla vigilia della gara che la Reggina giocherà contro il Livorno, parla in conferenza stampa, dopo una

giornata importante come quella di ieri in cui sono arrivate le rescissioni dei calciatori ai margini del progetto societario, cioè Zizzari, Colombo, Antonio Marino e Bonazzoli.
OBIETTIVO . “Dobbiamo provare a ottenere un’altra vittoria, sarebbe una grande iniezione di fiducia, dopo due gare giocate.  A Spezia si meritava qualcosa di più, contro una squadra più forte come il Novara abbiamo vinto.  In queste prime nove partite ci sono toccate tutte le grandi squadre del campionato, eccetto il Sassuolo”.
TATTICA “Non abbiamo la forza per andare ad attaccarli nella loro area di rigore, daremmo troppo spazio all’attacco più forte del campionato.  I tre davanti hanno poco bisogno del resto della squadra, da soli fanno reparto  e si affidano alle loro giocate, perchè con la qualità che hanno se lo possono permettere. Cercheremo di limitare le loro fonti di gioco, ci daranno delle occasioni e dovremo sfruttarle per fargli male. Loro fuori casa sono temibili, dovremo cercare di stare attenti”.
ATTACCO “A me Fischnaller sta piacendo, gli sta mancando il gol. In coppia con Ceravolo forma il duo che mi dà più garanzie, Comi si sta adattando bene alla serie B, arriverà il tempo in cui avrà più spazio”.
ASSENZE  A CENTROCAMPO “Hetemaj, Armellino, Castiglia può essere il trio che schiererò. Ivan avrà la possibilità di guadagnarsi il posto dopo esser partito ai margini della rosa per altri motivi, un pò come successo a Rodrigo Ely che sta continuando a giocare. Abbiamo provato la soluzione Melara interno, ma ancora bisogna lavorarci. L’altra soluzione è Bombagi, ma proviene da un periodo di inattività e potrebbe essere protagonista di una staffetta con lo stesso Castiglia. A destra sceglierò uno tra Melara e D’Alessandra a seconda di quello che vorrà essere il nostro atteggiamento “.
IL LIVORNO ED EMERSON“A livello psicologico, con l’aiuto dei risultati e di qualche episodio favorevole, hanno acquisito la giusta mentalità. Cambia poco se Emerson giocherà a centrocampo o in difesa, anche se credo che agirà davanti alla difesa.  Nelle prime partite ha fatto molto bene lì, anche quando giocava con me occupava quel ruolo e lì può dare il massimo grazie alla sue capacità tecniche. Quando era qui non eravamo ancora passati ai tre centrocampisti, lavoravamo su un altro modulo”.
IL MODULO – “Con il rientro di qualche giocatore che abbiamo fuori potremmo tornare al 3-4-3 che non deve essere per forza un atteggiamento offensivo, il Modena o la Ternana dell’anno scorso lo interetano giocando tutti dietro la linea della palla.  In futuro è ancora nella mia testa.  Campagnacci, Ceravolo e Fischnaller costituirebbero un tridente che ti darebbe l’opportunità di attaccare dove va la palla”.
GLI INFORTUNATI “Freddi sta recuperando, Campagnacci potrà giocare in campionato tra una quindicina di giorni ma il suo problema, dopo aver subito la rottura del crociato, è soprattutto mentale,  mentre Lucioni è aggregato alla Primavera per questa settimana”.