Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio, Serie B: Reggina-Modena 2-2

Calcio, Serie B: Reggina-Modena 2-2

esultanzaregginasottolacurvaa
di Pasquale De Marte- Un pareggio in chiaroscuro quello ottenuto dalla Reggina contro il Modena.
Gli amaranto continuano a dimostrare notevole carattere e grandi margini di crescita nei loro giovani,

ma alla quarta giornata di campionato sono già evidenti alcuni limiti strutturali, in primis il clamoroso buco in mezzo all’area di rigore (mentre Bonazzoli è in vacanza pagata…) con cui bisognerà convivere.

ATTEGGIAMENTI – Continua a non essere un’annata fortunata per la squadra di Dionigi sotto il profilo degli infortuni. Dopo quattro minuti Freddi cade male ed è costretto a lasciare il posto a Bergamelli.
Contro un avversario ostico come il Modena il compito non è semplice, lo si capisce fin dalle prime batutte della gara. Gli uomini di Marcolin si difendono, nonostante un 3-4-3 con Surraco e Stanco a supporto di Ardemagni che farebbe pensare ad un atteggiamento propositivo.
Sono i padroni di casa a fare la partita, i problemi sono però i soliti.  A dispetto di una trama di gioco assolutamente gradevole, nella casella dei tiri in porta per tanti minuti fa capolino lo zero.
Rispetto a Verona, gli amaranto propongono un centrocampo più robusto con la presenza di Armellino e l’utilizzo di Barillà sulla trequarti, pronto a far valere sue doti di incursore.
BOTTA E RISPOSTA – E’ proprio il mancino di Catona a dare la spinta decisiva nell’azione che porta al vantaggio amaranto provandoci con un sinistro dal limite, la respinta di Manfredini non è perfetta e Ceravolo brucia tutti, deposita il pallone in rete al 24′ e corre ad abbracciare Dionigi.
Il miglior modo per concludere una settimana difficile in una giornata iniziata con qualche coro ostile del Granillo, per la verità osteggiato da gran parte dello stadio.
Il Modena, però, davanti ha qualità e lo dimostra trovando il pareggio al 40′.  Il servizio di Stanco sul rimorchio, a centro- area, di Surraco è perfetto, la conclusione d’interno del sudamericano finisce all’angolino e strappa applausi.
RIBALTONE – L’avvio di ripresa, come a Verona, è traumatico per la Reggina. Prima Signori si mangia clamorosamente un tre contro uno in contropiede cercando un improbabile pallonetto su Baiocco, poi Ardemagni, da grande attaccante, trova un movimento con conclusione improvvisa che fa correre un brivido lungo le spalle del portiere reggino.
Neanche l’inserimento di Sarno scuote la Reggina, perchè al 66′ l’ex attaccante del Padova risolve una mischia e porta in vantaggio i suoi.
COLPO DI CODA – Sembra tutto perduto, perchè i padroni di casa non sembrano avere le risorse per rimettere in equilibrio del match. E invece, ancora, la squadra di Dionigi reagisce  e mette alle corde gli ospiti, sia pure in maniera evanescente sul piano delle conclusioni, vista la cronica inadeguatezza dell’attacco.
L’unico grimaldello può essere proprio il trequartista napoletano Sarno che, a cinque minuti dal novantesimo, viene atterrato da Pagano in area. Comi, subentrato a Ceravolo e con un buon impatto sulla gara, con invidabile freddezza per un ventenne, spiazza Manfredini e fa 2-2.
Al 92′ Fischnaller ha la palla per una clamorosa rimonta,  ma l’attaccante altoatesino da posizione favorevole non trova la porta.
REGGINA-MODENA 2-2, IL TABELLINO
REGGINA (3-4-1-2): Baiocco; Adejo, Freddi (4′ Bergamelli), Di Bari; D’Alessandro, Armellino (53′ Sarno), Rizzo,Rizzato; Barilla; Fischnaller, Ceravolo (73′ Comi). A disp. Facchin, Ely,   Melara, Hetemaj. Allenatore: Dionigi
MODENA (3-4-3): Manfredini; Andelkovic, Gozzi,  Perna; Nardini, Dalla Bona, Signori (62′ Gulan), Pagano; Surraco (53′ Osuji), Ardemagni (78′ William), Stanco A disp. Colombi, Greco,  Carini, Lazarevic. Allenatore: Marcolin
Arbitro: Roca
Marcatori: 24′ Ceravolo (R), 39′ Surraco (M), 66′ Ardemagni (M), 85′ rig. Comi (R)
Ammoniti: Bergamelli, Manfredini, Di Bari, Sarno, William.
Note: 335 paganti ,  4695 eeuro di incasso biglietti.  2743 spettatori abbonati.
Recupero: 2′ e 4′.