Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio, Serie B: il punto sulla seconda giornata

Calcio, Serie B: il punto sulla seconda giornata

serieblogo
di Antonio Modafferi – La Serie Bwin è iniziata con il botto. Conclusasi la finestra estiva del calciomercato, la seconda giornata, giocata ancora di sera, è caratterizzata da 32 reti, da sei

affermazioni casalinghe e tre in trasferta.

Al comando della classifica balza il Sassuolo (6 punti). I neroverdi di Di Francesco, a punteggio pieno, superano in casa il Crotone: uno-due nella prima frazione di gioco firmato dal giovane Berardi e da Pavoletti di testa, per i pitagorici Ciano, con la complicità di Missiroli, nel finale rende meno amaro il k.o.

Insieme agli emiliani c’è il Livorno (6 punti), che nel posticipo stende il Padova (-1 punto)  3-2. Labronici in vantaggio con Emerson al 9′, due minuti dopo risponde il patavino De Vitis, la formazione di Nicola si riporta avanti grazie a Siligardi alla mezzora, triplica Bernardini nel secondo tempo, nel finale per l’undici di Pea prova a riaprire i giochi Galli, ma ormai è troppo tardi.

Ok anche il Varese (5 punti), che si impone sul neopromosso Lanciano (1 punto). A Pescara accade tutto nel secondo tempo: sono i rossoneri a sbloccare il risultato grazie a Di Cecco, tuttavia gli uomini di Castori non demordono e rimontano negli ultimi venti minuti grazie al solito Neto Pereira e a Konè.

Si conclude senza nè voncitori nè vinti il big match del secondo turno tra Verona (2 punti) e Spezia (4 punti). Al “Bentegodi” le emozioni corrono sul filo degli undici metri: ospiti avanti al 41′ per merito di Di Gennaro, per gli scaligeri rimedia Gomez al 69′.

Prima vittoria per Brescia e Cittadella, appaiate a 3 punti, che davanti al proprio pubblico superano rispettivamente Juve Stabia (0 punti) e Grosseto (-5 punti).
Al “Rigamonti” le rondinelle di Calori sconfiggono le vespe di Braglia soltanto nella ripresa grazie alle reti di due difensori, Daprela e capitan Zambelli.

Al “Tombolato” i veneti di Foscarini chiudono il primo tempo sul doppio vantaggio, firmato dal difensore Ciancio e Di Roberto, dopo l’intervallo i maremmani di Francesco Moriero riescono solamente a dimezzare il risultato per merito dell’ex Curiale.

A quota 3 c’è anche il Vicenza di Breda, che tra le mura amiche manda al tappeto il Cesena (0 punti), al secondo k.o. di fila. Per i biancorossi apre le danze Misuraca, poi imitato da Malonga, poco prima del rientro negli spogliatoi i romagnoli accorciano le distanze con Graffiedi dal dischetto, al 93′ ancora l’ex Malonga chiude i conti.

Modena (2 punti, -2 di penalizzazione) corsaro a spese della neopromossa Ternana di Mimmo Toscano ancora a secco di punti. A Gubbio decide tutto la realizzazione dell’attaccante canarino Francesco Stanco al minuto numero 52..

Successo in trasferta anche per il Bari (1 punto, -5 di penalizzazione), che sbanca il “Del Duca” di Ascoli (-1 punto). Sono i marchigiani a mettere la freccia per merito del piattone del difensore Faisca, nella ripresa la trasformazione dei galletti, che prima pareggiano con Claiton, poi capovolgono il punteggio con Ceppitelli, quindi Galano da fuori mette in cassaforte la seconda affermazione consecutiva della squadra di mister Torrente.

Bene anche la Reggina (1 punto), che coglie la prima vittoria stagionale ai danni della Pro Vercelli (3 punti) e annulla la penalizzazione. Gli amaranto di Dionigi sorridono con il minimo scarto grazie alla prima rete in B dell’altoatesino Manuel Fischnaller, a segno al 25′.

Parità tra Novara (-2 punti) ed Empoli (1 punto), che si dividono la posta in palio. Vantaggio piemontese intorno alla mezzora opera del difensore Ghiringhelli, il quale di testa raccoglie un corner, i toscani reagiscono nel secondo tempo con la doppietta di Saponara, quindi l’argentino Gonzalez ristabilisce la parità a 9′ dal termine.