Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio, Serie B: Ceravolo risponde a Pucciarelli, pari a Empoli per la Reggina all’esordio

Calcio, Serie B: Ceravolo risponde a Pucciarelli, pari a Empoli per la Reggina all’esordio

esultanzaregginasottolacurvaa
di Pasquale De Marte–  Comincia con un pareggio il campionato della Reggina che inaugura la scalata verso lo “zero” in classifica, adesso distante solo due punti.

Luci e ombre nell’esordio degli uomini di Dionigi. Quallo del tecnico emiliano è un cantiere ben avviato, ma decisamente ancora aperto.
Qualche errore individuale da  evitare, le troppe ripartenze subite e la carenza di qualità in alcune fasi del gioco sono gli aspetti su cui lavorare, in attesa che la chiusura del calciomercato dia un volto definitivo alla rosa.
AZZURRI AVANTI –  Il trainer amaranto, che non può disporre degli squalificati Ely, Hetemaj e Bombagi schiera la formazione annunciata.  L’iniziale posizione di Sarno è quella di esterno d’attacco. Tra i padroni di casa Tavano parte dalla panchina.
E’ un errore di Baiocco ad aprire la strada all’Empoli. L’ex portiere del Siracusa, dopo essersi fatto valere qualche minuto prima in occasione di un tiro piazzato calciato da Lazzari, sceglie il tempo giusto per un’uscita, ma si lascia sfuggire il pallone. Sulla sfera si avventa Cori che viene atterrato dall’estremo difensore amaranto. Nasca decreta il rigore che Pucciarelli trasforma centralmente  all’undicesimo.
RISCHI – A una prima fase di gioco favorevole all’Empoli, bravo a mantenere il possesso di palla, la Reggina risponde con aggressività e con il passare del tempo prova ad alzare il baricentro.
Gli attacchi verso l’area avversaria provengono prevalentente da sinistra, dove Rizzato non fa mancare la sua spinta.
Gli amaranto non rischiano quasi mai a difesa schierata, ma spesso adottano uno schieramento spregiudicato in occasione dei calci piazzati, favorendo le ripartenze toscane. Sono due i contropiedi pericolosi orchestrati dalla formazione di Sarri, entrambi sciupati da Saponara che alla mezz’ora trova l’opposizione di Baiocco calciando da posizione leggermente defilata in piena area di rigore  e mandando la sfera alle stelle dal limite sul finire della prima frazione.
L’occasione migliore per una Reggina, che manovra discretamente senza trovare lucidità nell’ultimo passaggio, è per il difensore Di Bari, il cui colpo di testa, su corner battuto da destra, viene intercettato sulla linea da Pucciarelli.
LA RIPRESA – L’avvio di ripresa non è indimenticabile per gli ospiti, che palesano ancora qualche errore di troppo in disimpegno.  I toscani non sembrano avere le risorse per poterne approfittare e ben presto pagano le conseguenze: al 54′ Melara premia il movimento  di  Comi  che, da destra,  crossa sul palo lungo, dove Ceravolo non può sbagliare.
I ritmi che gradualmente si abbassano ricordano ai più che la condizione fisica generale è quella precaria della prima di campionato.
Neanche la girandola dei cambi riaccende una gara che lentamente scivola verso il triplice fischio finale di Nasca.
L’ultimo sussulto lo regala Barillà con una botta dal limite, ma Dossena  si salva in angolo.
EMPOLI-REGGINA 1-1, IL TABELLINO
EMPOLI: (4-4-1-1)- Dossena; Laurini, Romeo, Pratali (19′ Tonelli), Regini; Saponara (dal 64′ Cristiano), Moro, Valdifiori, Pucciarelli; Lazzari (71′ Tavano); Cori.a disposizione: Pelagotti, Spinazzola, Camillucci, Ferreira. Allenatore: Sarri
REGGINA: (3-4-3) – Baiocco; Adejo, Freddi, Di Bari; Melara, Rizzo (71′ Armellino), Barillà, Rizzato; Sarno, Comi (71′ Viola), Ceravolo (79′ Fischnaller). a disposizione: Facchin, Bergamelli, D’Alessandro, De Rose. Allenatore: Dionigi
Marcatori: 11′ Pucciarelli (r), 55′ Ceravolo.
Ammoniti : Baiocco, Lazzari, Rizzo, Regini.
Recupero: 2′ e 3′.