Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Reggina-Catania, le parole dei protagonisti

Reggina-Catania, le parole dei protagonisti

reggina_logoDAVIDE DIONIGI (ALLENATORE DELLA REGGINA)
ELY  E BAIOCCO- ” Rodrigo ha preso una botta nella rifinitura, non l’ho rischiato.  Paolo deve smaltire dei problemi alla schiena”.
DIFESA E ATTACCO–  “Difendiamo in modo diverso, abbiamo fatto bene dietro contro giocatori importanti, creando diverse palle gol.   Due fasi fatte bene. Bisogna dare fiducia e infondere coraggio a questi ragazzi”.
STUANI  E CERAVOLO- “Christian si allena con noi da dieci giorni, non è al massimo e non può essere lucido.  Neanche Fabio era al massimo, scendendo in campo non in perfette condizioni”.
PRIMO E SECONDO TEMPO- “Più intensità nella prima parte, ho chiesto agli undici titolari di dare tutto. Ci siamo gestiti bene, perchè le gambe sono piene di acido lattico e ci manca la lucidità mentale”.
PROGETTI FUTURI – “Dobbiamo acquisire la consapevolezza che ci serve un pò di spregiudicatezza e un pò di presunzione, aumentando coraggio e autostima. A livello numerico ci manca qualcosa, la società sa che dobbiamo completare la rosa.. Mi piace lo spirito di questo gruppo, la squadra cresce di giorno in giorno.  C’è tanto cuore, ringrazio i ragazzi che si sono posti bene nei miei confronti”.
ANTONINO BARILLA’ (CENTROCAMPISTA REGGINA)
CONDIZIONE – “Dopo quindici giorni di ritiro in cui abbiamo lavorato molto penso che inizieremo a trovare un pò di brillantezza in Coppa Italia, oggi abbiamo anche viaggiato”.
TATTICA – “Il mister vuole che i due mediani giochino la palla, ci alterniamo a prendere palla e a stare davnati alla difesa.  La filosofia di gioco è diversa rispetto all’anno passato, ci viene chiesto impegno, poi le giocate posso venire  o meno.  I primi difensori sono gli attaccanti. Stiamo lavorando sui tempi di giocata, magari in questo periodo siamo poco brillanti, dobbiamo costruire qualcosa proseguendo su questa strada. Ovunque verrò schierato darò il 100%”.
MERCATO – “Le voci non mi interessano, le informazioni in tal senso bisogna chiederle al presidente.  Sono a disposizione della squadra”.
GIUSEPPE RIZZO (CENTROCAMPISTA REGGINA)
LAVORO – “Col mister si lavora tatticamente, ci dice di giocare la palla”.
MERCATO – “Sono qui da quattro anni , non so nulla riguardo al mercato. Per ora sono qua e resterò qua”.
GOL SUBITO – “Potevo accorciare prima su Almiron, ma sono rimasto più su Lodi”.
AMICHEVOLI – “Stiamo giocando bene questo precampionato a centrocampo.  Con questo gran caldo abbiamo fatto un buon test questa sera”.

ROLANDO MARAN (ALLENATORE CATANIA)
ROSA AMPIA – “Abbiamo tanti giocatori, il mercato lo fa la società, io devo pensare solo a far crescere la squadra”.
FUTURO – “Dobbiamo migliorare, facendo meglio sotto tutti i punti di vista.  Ci sono dei progressi, ma l’azione offensiva deve essere supportata da una gamba fresca e da una maggiore aggressività mentale.  Bisogna adeguare il numero della rosa in modo da far crescere i nuovi, come Castro che arriva da un campionato estero e Salifu, reduce da un problema alla caviglia”.
LA PARTITA – “Nel primo tempo abbiamo tenuto male la distanza, poi diventando più corti, nella ripresa, abbiamo trovato geometrie e aggressività che ci sono mancate all’inizio.