Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcioscommesse: nel processo sportivo Tamburini e Narciso patteggiano, la Reggina non ci sta

Calcioscommesse: nel processo sportivo Tamburini e Narciso patteggiano, la Reggina non ci sta

palazzi_figc

 

 

 

 

Patteggiano tutti e le sanzioni diventano meno severe. La Reggina non lo fa e si ribella ad alcune decisioni di Palazzi.

Il processo sportivo relativo alla vicenda calcioscommesse, almeno nella sua prima tranche, è iniziato oggi e gran parte degli imputati hanno scelto la strada del patteggiamento.

Sarà un lavoro enorme quello che attenderà il procuratore  federeale Stefano Palazzi e  la commissione disciplinare presieduta da Sergio Artico.  Nomi che in casa amaranto non possono che riportare alla mente la turbolenta estate del 2006.

La Disciplinare ha accolto molte richieste di “stralcio” da parte dei legali che curano gli interessi di alcuni calciatori detenuti, come nel caso di Acerbis, Bertani, Joelson e Pellicori.

Nel corso della giornata i legali della Reggina si sono opposti, invece, al patteggiamento di Narciso e Tamburini (15 e 10 mesi) , i calciatori che avevano rivelato un presunto tentativo di illecito da parte di Gianni Rosati, consulente esterno della società amaranto, reo, secondo la testimonianza dei due tesserati, di aver proposto trentacinque mila euro ai calciatori del Grosseto perchè giocassero a perdere contro la squadra calabrese nel 2011.

Secondo gli avvocati, infatti, un accoglimento dell’istanza sarebbe, di fatto, un giudizio anticipato sullo  stesso Rosati.

Naturalmente quella di oggi è una pagina preliminare del processo,  a cui seguiranno le normali richieste alla Disciplinare per tutti coloro che hanno scelto di non conciliare la propria posizione, come la Reggina, determinata a dimostrare la propria estraneità ai fatti.

Ecco, nel dettaglio le richieste di patteggiamento accolte:

MODENA (attaule squadra di Narciso e Tamburini) – 2 punti di penalizzazione

CREMONESE (squadra di Gervasoni) –  1 punto di penalizzazione e 30.000 euro di ammenda a

GERVASONI – 20 mesi di squalifica

ATALANTA –  2 punti e 25.000 euro per gli illeciti contestati a Doni. Sentenza poco afflittiva secondo il Cesena.

POLONI – 1 anno di squalifica

PEDERZOLI – 16 mesi e 10.00 euro di ammenda

PARLATO – 2 mesi.

DE LUCIA – 5 mesi

RUOPOLO – 16 mesi

NARCISO – 15 mesi

TAMBURINI – 10 mesi

CAROBBIO – 20 mesi

CELLINI – 4 mesi

CONTEH – 20 mesi

DE FALCO – 10 mesi

MICOLUCCI – 4 mesi

MORA – 4 mesi

PASSONI – 14 mesi

LIVORNO – 15.00 euro di multa

GROSSETO – 6 punti per il prossimo campionato, 40.00 0 euro di multa. La Nocerina, che spera in ripescaggio,  si è opposta per la sanzione poco afflittiva.

FROSINONE – 1 punto nel prossimo campionato

ASCOLI – 1 punto nel prossimo campionato e 20.000 euro di multa.