Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio, Serie B: il punto sulla 41^ giornata

Calcio, Serie B: il punto sulla 41^ giornata

serieblogodi Antonio Modafferi – Ad un turno dalla conclusione, la serie Bwin sta ormai per mettere tutte le sue sentenze. Torino e Pescara hanno staccato il pass per la serie A. Giochi chiusi per quanto riguarda i play off, a cui prendereanno parte Sassuolo, Verona, Varese e Sampdoria, da stabilire soltanto i piazzamenti. In fondo alla classifica resta da decidere chi, tra  seguirà Albinoleffe e Gubbio in Lega Pro e chi, invece, andrà ai play out.

Nel lunch match, la capolista Torino (82 punti) batte davanti al pubblico amico il tranquillissimo Modena (51 punti), grazie ai centri di Oduamadi nel primo tempo e De Feudis nel secondo, e centra il ritorno in A dopo tre anni di cadetteria.
Festa grande anche per il Pescara (80 punti), che viola il “Marassi”, rifilando un netto 3-1 alla Sampdoria (67 punti), e può celebrare l’approdo la serie A dopo 19 anni di assenza. La banda di Zeman passa in vantaggio con Caprari  dopo nemmeno venti minuti, i blucerchiati hanno l’occasione buona per impattare nel recupero della prima frazione, ma Pozzi sbaglia dal dischetto. Nella ripresa gli abruzzesi vanno a segno con Immobile e ancora Caprari, i doriani accorciano le distanze con Juan Antonio e, nonostante il k.o., conquistano matematicamente i play off.
Al terzo posto troviamo la coppia Sassuolo-Verona, entrambe appaiate a quota 77 ed entrambe vincenti.
I neroverdi emiliani superano senza affanni una Reggina (55 punti) ormai priva di stimoli. Sul finire del primo tempo i ragazzi di Pea sbloccano la situazione grazie a Bruno, gli amaranto rispondono subito con la punizione pennellata da Nicolas Viola, nella seconda frazione i padroni di casa rimettono la freccia con Cofie, quindi dilagano per merito di Boakye e Sansone, che sale a quota 20 realizzazoni in questo torneo.
Gli scaligeri invece, nell’anticipo del sabato, travolgono 3-0 il Varese, che comunque accede aritmeticamente agli spareggi promozione. Per la squadra di Mandorlini rompe il ghiaccio il difensore-goleador Maietta poco prima dell’intervallo, quindi nel finale Ferrari e Gomez su rigore mettono al sicuro il risultato.
A metà classifica, affermazione esterna della Juve Stabia (57 punti) sul terreno dell’ormai salvo Cittadella (48 punti). Al “Tombolato” il match winner per le vespe campane è il giovane attaccante Falcinelli, al primo sigillo in B.
Rovente la situazione nelle ultime posizioni, sarà decisiva l’ultima giornata.
L’Ascoli (46 punti) si impone tra lemura amiche sul Crotone (49 punti), salvo dalla scorsa settimana, per 3-2 e vede la salvezza. Pitagorici avanti con Essabr al quarto d’ora, i marchigiani non subiscono il colpo e prima impattano con Papa Waigo, poi si portano in vantaggio grazie a Soncin. Nei secondi 45′, i rossoblù pareggiano con Pettinari, quindi a otto minuti dal termine è ancora il senegalese Papa Waigo, 15 reti in stagione, a far esplodere il “Del Duca”.
Bene anche il Livorno (45 punti), corsaro in casa del Brescia (57 punti). Labronici avanti dopo cinque giri di lancette con Belingheri, le rondinelle rispondono con Piovaccari, quindi nei venti minuti finali la formazione di Perotti, in virtù dei goal di Paulinho e Bigazzi, porta a casa l’intera posta in palio e mantiene una lunghezza di vantaggio sui play out, ossia sui cugini dell’Empoli.
E proprio l’Empoli (44 punti) non va oltre l’1-1 nel derby  di Toscana a Grosseto (49 punti). Accade tutto nei primi venti minuti, botta e risposta tra il maremmano Antei al 10′ e l’azzurro Tavano al 17′, la squadra di Aglietti pare destinata ai play out.
Vince il Vicenza (41 punti), che al “Menti” batte 3-1 il Bari (47 punti). Galletti in vantaggio con De Falco intorno al quarto d’ora, i biancorossi rimediano una decina di minuti più tardi grazie a Giani, poi è Paolucci a ribaltare il punteggio prima del riposo, infine Gavazzi ad inizio ripresa chiude il tabellino. I veneti così conservano un posto nei play out e un punto di vantaggio sulla Nocerina.
I molossi, a quota 40, stendono con un netto 3-0 il Padova (63 punti), che dice addio ai sogni play off, e continuano a sperare nei play out. Basta un tempo, il primo, agli uomini di Auteri per avere la meglio sulla compagine di Dal Canto; i marcatori sono Catania ed il peruviano Merino, autore di una doppietta.
Infine l’Albinoleffe (28 punti) si aggiudica la sfida tra già retrocesse contro il Gubbio (32 punti). Eugubini avanti al 3′ con Guzman, i seriani replicano intorno alla mezzora con Girasole, quindi al 68′ Torri sigla la rete che consente ai lombardi di espugnare il “Barbetti”.