Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio, Serie B: Reggina ko, il Sassuolo vince quattro a uno. Avvertita una scossa di terremoto al ventesimo

Calcio, Serie B: Reggina ko, il Sassuolo vince quattro a uno. Avvertita una scossa di terremoto al ventesimo

sassuolo_esultanza_2012di Pasquale De Marte – Dopo il pareggio contro il Cittadella, il finale di campionato di una Reggina, libera da obiettivi di classifica, prosegue con una sconfitta in casa del

Sassuolo.  Un ko pesante considerando il risultato finale, ma caratterizzato dall’attenuante determinata dall’aver giocato per oltre un’ora in inferiorità numerica contro un avversario in piena corsa per la promozione diretta ed estremamente interessato a conservare il terzo posto in vista dei playoff.

PREMESSE – La lente d’ingradimento dell’informazione  è ferma dalle prime luci dell’alba di questa domenica sull’Emilia.Il sisma che ha colpito la regione si pensava potesse indurre un rinvio del match, ma un sopralluogo delle forze dell’ordine nello stadio di Modena ha sciolto ogni riserva, determinando il regolare svolgimento della partita tra amaranto e neroverdi. E proprio durante la sfida, intorno al ventesimo, la terra torna a tremare, inducendo qualche spettatore a lasciare gli spalti

AVVIO E SCELTE – Sin dai primi minuti gli emiliani provano a far valere le maggiori motivazioni sugli ospiti.  Non cambia la strategia della squadra di Breda, che conferma il 3-5-2. Unica variante rispetto al recente passato è la riproposizione di Nicolas Viola in cabina di regia.  E’ un modulo quasi speculare quello dei padroni di casa.  
E’ l’ex più atteso, Simone Missiroli, a cercare per primo la via della rete con un colpo di testa, in occasione di un corner, ma Belardi è bravo e reattivo nel difendere la porta.  Qualche minuto dopo il portiere sarà costretto a lasciare il posto a Zandrini, a causa di un problema fisico.   
La Reggina non ci sta a fare da sparring partner e pertanto  Nicolas Viola, con un chirurgico calcio di punizione dal limite, colpisce l’incrocio dei pali e mette i brividi all’estremo difensore avversario.

BOTTA E RISPOSTA – Al 28′  gli amaranto restano in dieci per un “mani” di Adejo che ferma un’azione da gol avversaria e sul finire della prima frazione subiscono il gol del vantaggio del Sassuolo: al 38′  Bruno sfrutta un corner di Sansone per insaccare di testa. 
Due minuti dopo la replica ospite, ancora affidata al mancino di Nicolas Viola su calcio piazzato. Da oltre venticinque metri la traiettoria risulta perfetta e dopo aver toccato il palo  la sfera si insacca.
Nel finale del primo tempo Missiroli regala a Gazzola un pallone d’oro, ma l’esterno, a pochi metri dalla porta, si fa ipnotizzare da Zandrini.

LA RIPRESA – Nella seconda frazione il Sassuolo spinge il piede sull’acceleratore e fa sua la gara.  Il due a uno porta la firma di Cofie che al 50′ fa centro con una rasoiata dal limite, poi la squadra di Pea ,prima di dilagare,si vede negare la gioia del tris  da Zandrini in occasione di due pericolose conclusioni di Missiroli e Troianiello.   La ribattuta di Boakye, dopo un’ottima respinta del portiere reggino sulla linea di porta, e il calcio di punizione (deviato nettamente) di Sansone  tra il 77′ e l’ 80′ fissano il punteggio sul 4-1 finale.

SASSUOLO-REGGINA 4-1,  IL TABELLINO
SASSUOLO (3-5-2)
: Pomini; Consolini, Piccioni, Bianco (48′ Marzoratti); Gazzola (57′ Troianiello) , Cofie, Magnanelli, Missiroli, Longhi; Bruno (72′ Boakye), Sansone. A disposizione: Bassi, Bianchi,  Marchi, Noselli. All. Pea.
REGGINA (3-5-2): Belardi (20′ Zandrini); Adejo, Emerson, Angella; Melara, Rizzo, N.Viola (72′ Armellino), Barillà, Rizzato; A. Viola (31′ Freddi) Ragusa. A disposizione: Ceravolo, D’Alessandro, Maicon, Louzada. All. Breda.
Marcatori: 38′ Bruno, 40′ N.Viola, 50′ Cofie, 77′ Boakye, 80′ Sansone.
Espulso: Adejo.
Ammoniti: Rizzo, Consolini, Ragusa, Emerson, Barillà.
Recupero: 3′, 1′.