Home / Sport Strillit / PIANETA AMARANTO / Calcio, Serie B: rocambolesco pareggio tra Reggina e Cittadella (3-3)

Calcio, Serie B: rocambolesco pareggio tra Reggina e Cittadella (3-3)

reggina_logodi Pasquale De Marte- “Tanti gol” sinonimo di spettacolo. Potrebbe essere questo uno dei pochi assiomi esistenti in ambito calcistico, eppure l’apparentemente pirotecnico pareggio tra Reggina e Cittadella ha regalato ben poco di esaltante.

Pochissimi gli spunti di riflessioni provenienti dal match, se non la soddisfazione della doppietta per Alessio Viola, un attaccante che avrebbe meritato più spazio nel corso di questa stagione, e per Marco Armellino, al secondo gol nel campionato cadetto, dopo l’approdo in riva allo Stretto nello scorso mercato di gennaio.

PREMESSE –  Se alla terzultima giornata si affrontano due squadre che hanno già raggiunto o fallito l’obiettivo del proprio campionato risulta sempre difficile trovare grossi motivi di interesse.
La spensieratezza potrebbe però proporre una sfida aperta e priva di tatticismi.  Tuttavia, la prima fase della sfida tra gli amaranto e i veneti ha lo stesso effetto di una tazza di camomilla, con una temperatura quasi estiva che non aiuta i calciatori a dare il massimo.
Tatticamente la Reggina conferma le indiscrezioni della vigilia, con Melara chiamato ad agire da raccordo tra l’attacco ed il centrocampo, partendo dal centro-destra. Sull’altro fronte la cosa è quasi riproposta con Di Roberto a fare da ago della bilancia.

BOTTA E RISPOSTA – Passa in vantaggio la Reggina al 34′: cross di Rizzato dalla sinistra e preciso colpo di testa di Armellino che si insacca all’incrocio.  Basta un giro di lancette perchè gli ospiti pareggino ed è Ciancio a trovare l’inzuccata vincente con un inserimento sul primo palo sugli sviluppi di un corner battuto da Vitofrancesco.
Nella prima frazione entrambe le squadre vanno vicine al raddoppio: un gran tiro di Di Carmine trova la pronta risposta di Belardi, poi ci prova anche Ceravolo con un tiro a giro dopo un’azione personale, ma Cordaz riesce a neutralizzare il tentativo ddell’attaccante.
Breda perde D’Alessandro per infortunio già nel primo tempo e al suo posto inserisce Nicolas Viola.

IL FESTIVAL DEL GOL – La girandola dei cambi prende corpo, come di consueto, nella ripresa. Le due squadre si allungano, gli spazi si aprono e i gol si moltiplicano. 
Al 51′ Di Carmine vince un rimpallo con Emerson e, da pochi metri, mette a segno la seconda marcatura veneta.  Dodici minuti dopo la Reggina pareggia con un’azione simile, ed è Alessio Viola con un preciso sinistro all’angolino a realizzare.

E’ ancora Di Carmine, da posizione defilata sulla destra,  a riportare avanti i suoi con un gran destro a incrociare che si insacca imparabilmente all’angolino al 75′.

Ma quella dell’ex fiorentino non sarà l’unica doppietta di giornata, dato che sarà nuovamente Alessio Viola ad andare a bersaglio per i suoi, sessanta secondi dopo, sfruttando l’incerta respinta di Cordaz su un tiro-cross di Rizzato.  E’ la rete che fissa la gara sul tre a tre finale.

 

REGGINA- CITTADELLA 3-3. IL TABELLINO
REGGINA (3-4-3):
Belardi; Adejo, Emerson, Angella; D’Alessandro (42′ N. Viola), Armellino, Rizzo, Rizzaato; Melara (58′ Ragusa), Ceravolo (61′ A.Viola), Campagnacci.  A disp:  Zandrini, Freddi, Castiglia, Maicon. All.Breda
CITTADELLA (4-3-3): Cordaz; Marchesan, Gorini (74′ Martinelli), Pellizzer, Ciancio; Schiavon, Paolucci, Vitofrancesco; Di Nardo, Di Carmine (86′ Maah), Di Roberto (81′ Bellazzini). All.Pierobon, Scardina, Baselli, Job. All. Foscarini.
Arbitro: Gavillucci.
Marcatori: 34′ Armellino, 35′ Ciancio, 51′ DI Carmine, 63′ A. Viola, 75′ Di Carmine, 76′ A.Viola
Ammoniti: Rizzato, Di Carmine, Pellizzer.
Recupero: 1′ e 3′.